MARINA DI GIOIOSA JONICA (RC) : IL SINDACO GEPPO FEMIA:«LAVOREREMO PER RICOSTRUIRE LA NOSTRA COMUNITÀ»

190

 Sono stati proclamati ufficialmente nella tarda mattinata di oggi, nei locali del plesso scolastico Enrico Rodinò, i dodici consiglieri eletti nelle amministrative del 10 novembre scorso.

A Marina di Gioiosa Ionica, dopo ben due scioglimenti dell’Ente (e le conseguenti gestioni commissariali) per infiltrazioni mafiose, ritorna la democrazia ef inalmente la possibilità per i cittadini di scegliere a chi affidare ilgoverno della cittadina.  Scelta ricadutasu l’avvocato penalista Giuseppe Femia, per tutti “Geppo”, la cui lista per “MdGI 2025” ha ottenuto un risultato schiacciante, con il 70,26% preferenze (2081voti), imponendosi decisamente sull’avversario Giuseppe Nunziato Belcastro, a capo della coalizione “Marina di Gioiosa Ionica – Cittadini solidali e attivi per il bene di tutti”,  con il 29,74% delle preferenze (854 voti).

Dopo la proclamazione del neo sindaco, sono stati via via nominati i componenti del nuovo consiglio comunale: per la maggioranza, Valentina Femia (552 consensi), Alessandra Mina (460), Giuseppe Coluccio (444), Giuseppe Romeo (359), Vincenzo Tavernese
(331), Daniele Albanese (316), Francesca Stefania Lombardo (268) e Immacolata
Romina Agostino (227); per il versante opposizione, il candidato sindaco
sconfitto, Giuseppe Nunziato Belcastro,
Vincenzo Misserianni (180 consensi), Rosanna Boccucci (168) e Dalila
Sergi (124).

«L’incipit del nostro programma – ha esordito il neo primo cittadino –  mira a ricostruire questa comunità che ha scelto di essere amministrata, eleggendo su dodici consiglieri del civico consesso, ben sei donne. Un risultato di straordinaria democrazia che non va sottovalutato e che mira a evidenziare quanto sia avanti la nostra cittadina nel concepire la politica».

Sebbene però, Marina di Gioiosa Ionica sia tornata ad avere un’amministrazione democraticamente eletta, ne ècomunque scaturita una non indifferente percentuale di astensionismo, con più della metà degli aventi diritto che non si è recata alle urne.  «Probabilmente – ha spiegato a Lente Locale il primo cittadino – ciò è scaturito da un’unica giornata in cui si è svolta la tornata elettorale. Mi ritengo comunque soddisfatto del risultato conseguito. Tra le nostre priorità programmatiche  – ha aggiunto Femia- lavorare sullo stato economico finanziario dell’ente, instaurando al contempo, una costruttiva sinergia tra cittadini e lo stesso ente». Nei prossimi giorni si lavorerà per la composizione della giunta e come confermato dal neo sindaco, starebbe già delineandosi il quadro dei papabili assessori, nonostante qualche nominativo in lizza per un ipotetico incarico assessorile, sia poi sfumato per la sua mancata elezione «Anche se questo – ha tenuto a precisare Giuseppe Femia – non sarà un problema, perché all’interno della maggioranza, ci sono competenze e capacità sufficienti e necessarie per costituire una giunta che operi concretamente per il raggiungimento degli obiettivi che ci siamo prefissati».

Di opposizione costruttiva, pronto a ricominciare a lavorare per la rinascita della città, si è espresso l’oramai ex candidato a primo cittadino e ora consigliere di minoranza, Giuseppe Belcastro «Vigileremo su tutto ciò che ruota attorno al Palazzo comunale  – ha commentato – seguiremo passo passo le proposte della maggioranza. Ci soffermeremo su alcuni settori che negli anni sono stati abbandonati, come l’infanzia, l’adolescenza, gli anziani, i disabili, l’edilizia scolastica, le problematiche ambientali, delle contrade, della mensa scolastica e del trasporto pubblico; insomma, saremo un “Governo ombra».

Sul perché i cittadini non abbiano condiviso il suo progetto politico, Belcastro si è soffermato proprio sul dato dell’astensionismo riscontrato nella recente tornata elettorale «Più del 50% degli elettori – ha sottolineato –  non è andato a votare. Chi non ha scelto il nostro programma, sarà stato più convinto da quello della lista vincitrice, ai quali componenti, auguro buon lavoro, perché la nostra cittadina ha bisogno di un’amministrazione stabile».

(FONTE LENTE LOCALE)

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.