‘NDRANGHETA: OPERAZIONE MAGMA, TRA GLI ARRESTATI DI MILANO ANCHE VITTIMA DI UN ATTENTATO

1299

Per Klaus Davi Salvatore Celini si incontrava a Milano con Domenico Bellocco, il cantante “Glock 21”

Milano, 30 novembre – Tra gli arrestati di ieri, ha evidenziato il noto giornalista e massmediologo Klaus Davi, figura anche Salvatore Celini. Nato a Cinquefrondi (RC) e residente a Trezzano sul Naviglio (MI), è stato fermato ieri nel corso dell’operazione Magma. Salvatore, figlio di Massimo Celini, è appartenente a una famiglia che sarebbe secondo quanto riportato dalle forze dell’ordine affiliata da decenni alla cosca Pesce di Rosarno, coinvolta in diverse operazioni. Il 24 settembre del 2009 Salvatore è rimasto ferito in una sparatoria avvenuta a Rosarno, dove perse la vita un suo amico, Antonio Morano. Per questo delitto è stato condannato Biagio Vecchio. Secondo quanto riportato da Klaus Davi, il Celini avrebbe incontrato numerose volte Domenico Bellocco – autore di diversi video musicali a favore della ‘Ndrangheta – nei mesi in cui quest’ultimo stava registrando il video”Chiamami boss”, girato nel milanese. Domenico Bellocco, in arte “Glock 21”, è il  nipote del boss Gregorio, condannato all’ergastolo. Gli incontri secondo quanto riferito dal noto giornalista e massmediologo sarebbero avvenuti a Trezzano sul Naviglio.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.