CALLIPO IN LACRIME: «HO DETTO SÌ PER LA DOMANDA DI UN RAGAZZO…»

240

Con la voce rotta dall’emozione l’imprenditore candidato governatore della Calabria svela a “Radio Capital”: «Ho trovato la forza dopo che uno studente mi ha chiesto se mi sentivo “responsabile”. Ora voglio liberare la Calabria».

«Dopo tutto questo squallore e questo balletto di nomi che si era creato, ho deciso, per la mia coscienza e per la forza che mi è arrivata dalla domanda di un ragazzo di un istituto, il “Fermi” di Catanzaro, che mi ha detto: “lei si sente responsabile?”». Così, in lacrime e con la voce rotta dall’emozione, Pippo Callipo nella sua prima uscita pubblica dopo la decisione di candidarsi governatore. L’imprenditore che adesso sarà sostenuto dal Pd e dal centrosinistra nella corsa alla guida della Regione si confida a Radio Capital, partendo proprio dalla “genesi” della sua scelta, maturata dopo un confronto, uno dei tanti che tiene in giro per la Calabria, con alcuni studenti di Catanzaro. «Quella domanda di un ragazzo, “Lei si sente responsabile” – spiega Callipo, ancora con la voce rotta dall’emozione -mi ha davvero toccato. periamo che i calabresi dobbiamo mettere fine a piagnistei, basta piagnistei, basta lamentele. Dobbiamo rimboccarci le maniche e darci da fare. avrei voluto continuare a occuparmi delle mie aziende, ma anche i miei figli mi hanno invogliato a fare questo. abbiamo una popolazione sottomessa alla mafia della penna, alla cattiva burocrazia. qui tutto è un piacere, tutto un chiedere e raccomandarsi, io invece voglio liberare il popolo calabrese da queste usanze di pietire un qualsiasi diritto». Nell’intervista a “Radio Capital” Callipo poi aggiunge: «Io ho sempre seguito una strada diritta, quella della legalità, mai prendendo scorciatoie che mi avrebbero portato a risultati magari più immediati, ma ho preferito la strada più lunga,m della legalità, e questo mi ha reso forte di fronte al malaffare. Io adesso voglio trasferire tutto questo, perché non è giusto che la popolazione calabrese, che è meravigliosa, debba ancora subire». «Io voglio liberare la Regione Calabria», conclude il neo candidato governatore.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.