REVOCATO IL DIVIETO DI DIMORA PER IL SINDACO DI CROTONE, UGO PUGLIESE: “MI DIMETTO”

90

Il Gip di Crotone, Michele Ciociola, ha revocato la misura del divieto di dimora che aveva emesso, su richiesta della Procura della Repubblica, a carico del sindaco, Ugo Pugliese, nell’ambito di un’inchiesta sull’affidamento diretto al consorzio sportivo “Daippo” della gestione della piscina comunale. La decisione e’ stata presa a conclusione dell’interrogatorio di garanzia cui Pugliese e’ stato sottoposto con l’assistenza del suo difensore di fiducia, l’avvocato Francesco Laratta.

Pugliese ha comunque espresso la sua volonta’ di dimettersi da sindaco, carica dalla quale era stato sospeso in base alla Legge Severino, “indipendentemente – ha detto – dalla misura adottata e dall’esito dell’interrogatorio di garanzia”, nel momento in cui il prefetto lo reintegrera’, “per potere essere libero di difendersi nel processo e potere dimostrare a tutti, in maniera inequivocabile, di essere estraneo a tutti i fatti contestati e di non essere assolutamente ancorato ad alcun incarico o poltrona” -banner– Secondo quanto riferisce in una nota stampa l’avvocato Laratta, “il giudice, in un clima oggettivamente disteso, ha formulato tutta una serie di domande alle quali il Primo cittadino ha risposto dando non solo la sua versione dei fatti, ma chiarendo il perche’ di tutta una serie di atti posti in essere dalla sua amministrazione in relazione alla vicenda processuale”.

Pugliese, afferma ancora il suo difensore nella nota, ha chiesto di potersi dimettere “da sindaco in carica e non gia’ da sindaco sospeso”. “Il dott. Ciociola, preso atto dell’esaustivo contenuto dell’interrogatorio reso, nonche’ di questo nuovo fatto intervenuto – riferisce l’avvocato Laratta – ha immediatamente raccolto il parere favorevole del pubblico ministero alla revoca della misura imposta, ed in calce al verbale ha subito revocato la misura dell’obbligo di dimora. Il Sindaco di Crotone ha quindi avuto la possibilita’ di rientrare nella sua citta’ e nell’affetto dei suoi cari. L’ufficio Digos di Crotone comunichera’ nel piu’ breve tempo possibile alla Prefettura l’avvenuta revoca della misura in modo da consentire al Prefetto di attivare la procedura di reintegro nella carica prevista dall’articolo 11 della Legge Severino. Altre comunicazioni, sul piano strettamente politico, saranno effettuate direttamente dal Sindaco”. “Nella mia qualita’ di difensore di fiducia – conclude Laratta – non posso che accogliere favorevolmente, sul piano strettamente giudiziario, la decisione adottata dal Gip di Crotone”.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.