SANITÀ, SPERANZA: CALABRIA QUESTIONE NAZIONALE

232

Incontro tra il ministro e i sindacati Cgil, Cisl e Uil: al centro dell’attenzione tutte le problematiche del settore regionale, con particolare riferimento all’allarmante carenza di personale e alle vertenze dei precari

Massima attenzione alla sanità della Calabria, che «deve diventare una questione nazionale» e l’intenzione di inserire nella Legge di Bilancio misure per ovviare all’emergenza personale nelle strutture ospedaliere. Sono state queste le direttrici che il ministro della Sanità, Roberto Speranza, ha assunto nel corso di un incontro tenuto questa mattina con Cgil, Cisl e Uil, rappresentati dai dirigenti delle confederazioni nazionali e dai segretari generali Angelo Sposato, Tonino Russo e Santo Biondo. Secondo quanto emerge da fonti sindacali, nel corso del vertice Cgil, Cisl e Uil hanno prospettato al ministro Speranza le grandi problematiche che stanno caratterizzando la gestione ella sanità calabrese, evidenziando in primo luogo i limiti del “Decreto Calabria”, che – a parere delle sigle sindacali – non ha prodotto risultati positivi: tra le criticità evidenziate da Cgil, Cisl, e Uil, che comunque hanno sottolineato «positivamente il cambio di tendenza dimostrato dal ministro Speranza rispetto al passato», in particolare la drammatica carenza del personale, con particolare riferimento alle delicate vertenze dei precari e dei vincitori di concorso ancora non assunti, la spesa del tutto fuori controllo in tema di forniture di beni e servizi, di appalti e di contenzioso, e la necessità di un confronto più costante con la struttura commissariale che attualmente gestisce il settore in Calabria. Sempre fonti sindacali riferiscono che il ministro Speranza ha confermato la sua massima attenzione all’emergenza sanità in Calabria, che – ha detto – «deve diventare una questione nazionale», ha poi ribadito che l’obiettivo, da concretizzare nel nuovo Patto della Salute da concludere entro la fine dell’anno, resta quello del superamento dei commissariamenti e, in linea generale, ha garantito che richiederà al governo di inserire nella Legge di bilancio misure e strumenti per sopperire all’allarmante carenza di personale nelle strutture con interventi in tema di stabilizzazioni, internalizzazioni e nuove assunzioni. In giornata, inoltre, Speranza dovrebbe incontrare anche il commissario Saverio Cotticelli.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.