Sab. Gen 16th, 2021

Stadio e Piano spiaggia in dirittura d’arrivo

Molti i commenti che hanno accompagnato il Primo Meeting della Cooperazione. Come quello Mario Mory, bancario in pensione e attento osservatore delle vicende della città, secondo cui l’iniziativa promossa dal Coordinamento delle associazioni è «encomiabile» e la nutrita partecipazione di pubblico è «un premio per quanti l’hanno ideata e voluta». Anche per aver dato voce all’esigenza dei sidernesi di sollecitare gli organi amministrativi sulle “priorità” segnalate. Partendo dalle risposte fornite dalla presidente della Commissione straordinaria Maria Stefania Caracciolo e dai responsabili dei settori tecnico ed economico Pietro Fazzari, Domenico Marfia e Cesira Romania.

Piano spiaggia: il lavoro conclusivo è in pieno svolgimento e si ritiene che entro aprile potrà essere pronto.

Diga sul torrente Lordo: dalle problematiche evidenziate è emersa la necessità di verificare l’entità dei danni strutturali, aggravati dal tempo trascorso dalla chiusura, e le reali necessità per un intervento. I tempi non saranno brevi e non si sa se e quando l’invaso potrà essere ripristinato.

Palazzetto dello sport: la struttura è completata. È necessario però portare a termine le procedure per la realizzazione della tribuna e per l’acquisto delle attrezzature. Ci vorranno ancora alcuni mesi. Poi si dovrà provvedere ad assegnare la gestione.

Albergo sul lungomare: è in corso di valutazione la documentazione, e si ritiene che a breve si possano avere informazioni utili per consentire il completamento. È necessario però seguire con attenzione la pratica ed evitare nuove lungaggini burocratiche.

Piscina coperta: considerato lo stato in cui si trova e che il costo per rimetterla in funzione e di circa 450 mila euro, si sta pensando di convertirla in un centro di riabilitazione per neurolesi. In questa direzione l’amministrazione comunale ha attivato contatti con alcune organizzazioni interessati alla gestione.

Centro Polifunzionale: per riattivarlo sono necessari circa 375 mila euro. Sarà redatto un bando che prevederà che i gestori si dovranno accollare la spesa per renderlo fruibile, somme che saranno decurtate dal canone. Almeno questa è, al momento, l’intenzione dei commissari.

Rete Museale: dopo i solleciti arrivati da diverse direzioni, a seguito del restauro dei palazzi Falletti e De Moja di Siderno superiore si sta prendendo in considerazione la possibilità di realizzarla. Al momento, però le due strutture non hanno una precisa destinazione, ed è necessario attivare le pratiche necessarie.

Stadio comunale: per renderlo agibile si sta completando la pratica da trasmettere ai Vigili del fuoco. Entro alcuni mesi, almeno in parte, potrà essere nuovamente fruibile.

Spazi verdi: è stata recepita con grande interesse la proposta inoltrata dai tecnici del coordinamento delle associazioni Domenico Catalano e Raffaele Muzzì di redigere una mappatura degli spazi verdi, per procedere così a un affidamento a privati, associazioni o comitati di quartiere.

Ambiente: problema vecchio, e soprattutto per l’area ex Bp non di facile soluzione, per i costi notevoli che prevede la bonifica totale, Si sta lavorando invece per migliorare l’impianto di trattamento rifiuti e, sulla base delle dichiarazioni dell’assessore Maria Teresa Fragomeni sembra da escludere la possibilità che venga realizzato a Siderno un Biodigestore.

Sin qui quanto emerso dall’incontro. Resta l’impegno da parte del Coordinamento di seguire l’iter di ogni pratica e da parte degli organismi istituzionali di superare le pastoie burocratiche e accelerare al massimo i tempi di soluzione.

ARISTIDE BAVA

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.