Ven. Mag 7th, 2021

L’importante appuntamento elettorale di gennaio rappresenta per la Calabria la fine di un’esperienza di governo all’insegna del chiaroscuro, ma anche l’inizio di scenari inediti con i rischi derivanti dall’elevata frammentazione sociale prima che politica.

Abbiamo vissuto con profondo disagio il teatrino inscenato da quasi tutti i protagonisti della politica regionale: le nostre chiare storie personali e quella recente e collettiva di DemA non hanno mai contemplato l’idea del “governare per esistere” e dell’agire in funzione delle tornate elettorali.

Avremmo voluto dare spazio e centralità ai calabresi e alla Calabria e dedicarci alla costruzione di una concreta alternativa ispirata alle esperienze municipaliste esistenti ed in divenire, che in questi anni stanno rappresentando un argine democratico alle derive populistiche e disgreganti che sono state trasversali e a tutti i livelli negli ultimi decenni.

La fase caotica e autoreferenziale della politica regionale, peggiore se possibile di quella nazionale, e la nostra recente costituzione come organismo politico, non ci permettono ancora di realizzare qualcosa in linea con la nostra coscienza e con il nostro modo di agire e di intendere la politica.

Per questo demA – Calabria non parteciperà con candidati propri alla prossima tornata elettorale regionale. Valuteremo caso per caso nei territori candidature e programmi in base all’aderenza ai nostri valori e principi costitutivi, in primis l’antifascismo, la giustizia sociale e la trasparenza amministrativa.

Continueremo le nostre battaglie democratiche all’insegna della dignità, del coraggio, delle passioni e del rispetto dei valori umani universali per costruire una forza politica in grado di governare in base progetti concreti.

Michele Conia – Coordinatore demA per il Mezzogiorno 

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.