REGIONALI CALABRIA: PRESENTATE LISTE E CANDIDATO PRESIDENTE M5S

189

«Oggi – dichiara il candidato a presidente Francesco Aiello, che nel presentare la lista era accompagnato dal responsabile della campagna elettorale, il deputato Paolo Parentela, e dal deputato Riccardo Tucci – inizia di fatto la campagna elettorale e nel pomeriggio saremo a Camigliatello a parlare di ambiente e sviluppo sostenibile con il ministro Costa. Con lui cercheremo di evidenziare i vincoli ma soprattutto le potenzialità di un territorio che ha fame di sviluppo e che vorrei riportare al centro del dibattito. L’obiettivo è quello di spersonalizzare la campagna elettorale cercando di mettere in evidenza quelle che sono le questioni chiave del sottosviluppo della regione. A partire dal perché la Calabria è in declino e cosa dovremo fare per tentare di recuperare in crescita e sviluppo».
«La lista del M5s – ha aggiunto Aiello – è quella scaturita dall’esito della consultazione sulla piattaforma Rousseau mentre la lista civica accoglie la rappresentanza del territorio con profili che provengono dalla società civile con un forte radicamento sui territori sia in termini di capitale reputazionale acquisito, sia in termini di capacità analitica di proporre soluzioni dai luoghi dai quali provengono». Nelle prossime ore sarà depositata la lista “Calabria civica-Liberi di cambiare” a sostegno del M5S.
«Oggi concretizziamo il lavoro fatto negli ultimi giorni visti i tempi ristretti. Tra i nomi che abbiamo presentato – ha specificato Tucci – ci sono attivisti storici, anche di un certo spessore, che avranno modo di farsi conoscere durante la campagna elettorale e faranno capire quali sono le loro competenze e le loro qualità rispetto alle esigenze dei cittadini calabresi».
«Da questo momento in poi – ha aggiunto il deputato – entriamo ufficialmente in campagna elettorale e finalmente i calabresi avranno la possibilità di cambiare le sorti di questa terra. Il Movimento 5 stelle ha già dato dimostrazione di quanto sia concreto nelle sue cose sia in ambito governativo sia nelle altre aule in cui è presente. Dovunque siamo riusciti e riusciamo a imporre i nostri temi, anche da una posizione di minoranza. E questo fa capire quanto riusciamo ad essere concreti. La stessa cosa faremo in Consiglio regionale dove, mi auguro, lo faremo dalla maggioranza».

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.