SANTELLI CHIAMA CALLIPO: «AVVERSARI NON NEMICI»

105

La candidata del centrodestra ha contattato il suo competitor. Chiuse le liste iniziano i giorni della campagna elettorale e della presentazione di candidati e programmi elettorali. «Ho sempre stimato Pippo Callipo, ritrovarmelo avversario non cambia la considerazione che avevo di lui»

 Meno di un mese, ma sarà certamente intenso. Smaltiti i postumi delle feste (per gli elettori non certo per i candidati) la Calabria sarà chiamata al voto. La presentazione delle liste è stato solo l’ultimo atto di mesi di trattative, retroscena, accordi e disaccordi. Ma adesso con il quadro politico ben delineato iniziano i giorni dei programmi elettorali e delle cordialità tra avversari. A rompere gli indugi è stata la candidata del centrodestra Jole Santelli che in una chiamata a Pippo Callippo, all’imprenditore del tonno ha ribadito la necessità di una campagna elettorale corretta e fatta di un confronto schietto tra avversari politici. «Pippo Callipo è una  persona che ho sempre stimato e rispettato, il fatto che sia oggi il mio avversario politico non lo può trasformare in una persona diversa – spiega Jole Santelli -. Credo che la nostra presenza in Calabria sia la rappresentazione plastica che la politica regionale sia cambiata. Credo, inoltre, che concorrere ad una contesa politica da condurre con civiltà ed amore per la Calabria sia una lezione che tanto io che il cavaliere Callipo abbiamo l’obbligo di dare». Metabolizzati i bagordi per un posto in lista, la deputata e coordinatrice regionale di Fi, ne approfitta per una riflessione sui candidati del centrodestra. «Sono particolarmente fiera della presenza di tanti giovani nelle liste, molti dei quali ho accompagnato io stesso alla vita politica: si tratta di candidature fortemente competitive. Nell’insieme credo che siamo stati capaci di presentare un’offerta politica molto autorevole, con donne di spessore, presenti per la loro qualità personali e con un programma che parte dal basso con la giusta ambizione di rendere partecipe i calabresi al nuovo corso di governo regionale».
IL LAVORO DELL’UDC La presentazione delle liste, dopo il grande lavoro profuso sul territorio dai vertici organizzativi e dagli iscritti, rappresenta una nuova partenza per l’Udc che si appresta a fare ritorno in Consiglio regionale.  «E’ stato faticoso e impegnativo, ma adesso la soddisfazione è grande – afferma il segretario regionale del partito Francesco Talarico – le nostre liste sono ben equilibrate, sia dal punto di vista dell’esperienza politica che dell’età, e hanno il giusto mix di competenze per poter dare una nuova speranza di sviluppo alla nostra Regione. L’Udc è tornato a rappresentare un punto di riferimento per le varie anime che compongono l’area dei moderati calabresi, fin qui rimaste isolate e divise. I candidati dell’Udc e il progetto politico saranno illustrati nei prossimi giorni dal segretario nazionale Lorenzo Cesa che sarà in Calabria.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.