“ASSEMBLAGGI. WORK IN PROGRESS”. MOSTRA D’ARTE A CURA DI ANTONIO TOSCANO (RIT) DALL’11 AL 19 GENNAIO IN SEDE ORE 17.00-20.00

74

Cari compagni di pensiero,
apriamo il 2020 ospitando l’esposizione delle opere di Antonio Toscano (Rochster Institute of Technology): composizioni creative prodotte con scarti e materiali di riuso restituiti dal mare. Insieme alla mostra sarà allestito anche un laboratorio dove l’artista darà alla luce nuovi assemblaggi che si aggiungeranno a quelli già esistenti. Vediamoci in sede dall’11 al 19 gennaio dalle 17.00 alle 20.00. Il ricavato della vendita delle opere sarà donato a Scholé. Spargete la voce e partecipate numerosi! 
Nel frattempo, per saperne di più, ecco come l’autore presenta il suo lavoro: “Le basi di questo corpus di opere sono tratte dagli scritti e pensieri di due figure importanti nel mondo dell’arte, Marshal McLuhan e Marcel Duchamp, che hanno entrambi influenzato il mio lavoro personale e il mio modo di pensare come artista. McLuhan afferma nei suoi scritti che nell’arte “il mezzo è il messaggio”. Pertanto, il significato non risiede nella forma o nel suo contenuto, ma nel “mezzo”, i materiali che vengono utilizzati per produrre l’arte, e ad un certo livello, nell’esperienza che il mezzo offre e che le persone raccolgono dalla loro interazione con l’arte. Il messaggio di McLuhan ci dice anche di guardare oltre l’ovvio e cercare i cambiamenti o gli effetti non ovvi che sono abilitati, migliorati, accelerati o estesi dall’arte. Duchamp ci dice anche che l’arte dovrebbe andare oltre la visione e fare appello alla mente e ai sensi. spianando così la strada al concettualismo, fornendo esempi di opere concettuali come i suoi pezzi “pronti”. Dall’altra parte, la tradizione artistica non vede oggetti comuni (come quello che io trovo sulla spiaggia) come arte perché non sono realizzati da un artista o realizzati con alcuna intenzione di essere arte, né sono unici o prodotti a mano. E così mi appoggio a questi punti di vista apparentemente contraddittori tra l’artista e la tradizione artistica nel produrre e presentare questo corpus di opere, arte che viene realizzata assemblando elementi disparati spesso trovati o scavati sulla spiaggia. Arte che viene offerta come essenza con la quale lo spettatore, volendo, può estrarre una esperienza personale”.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.