BIVONGI: IL SINDACO “STRAPPA” I MANIFESTI ABUSIVI

375

È dovuta intervenire l’Amministrazione comunale per porre freno all’affissione “selvaggia” dei manifesti che, con l’inizio della campagna elettorale per le regionali, hanno occupato qualunque spazio libero del paese.

Dai muri pubblici e privati al plexiglass delle pensiline dei pullman, dagli spazi del Comune riservati alle comunicazioni ai cittadini a tutte le zone più frequentate. Il sindaco, Vincenzo Valenti ha disposto, infatti, la rimozione dei manifesti elettorali affissi negli spazi non autorizzati e ha, inoltre, affisso cartelli di divieto invitando gli addetti alle pubblicità elettorali a utilizzare solo gli spazi destinati dal Comune. A chi non osserverà ciò, sarà comminata la sanzione prevista dalla legge che potrebbe essere di centinaia di euro ricordando che il Comune ha impiegato, per ora, la propria forza lavoro per eliminare i manifesti abusivi.

Dopo anni di mancati controlli sono così finalmente soddisfatti quei cittadini che da sempre contestano quanti giungevano in paese e “sporcavano” i muri con manifesti che restavano incollati per mesi. Commento positivo, perciò, per l’operato del sindaco che ha riportato tutto nella norma e invitato i vigili comunali a un controllo continuo, specie in questi ultimi giorni di campagna quando i manifesti vengono affissi nottetempo.

UGO FRANCO

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.