IL GIOIOSA CANTA DUE VOLTE, LUDOS RAVAGNESE A SECCO

90

L’ennesimo allungo della lanciata vicecapolista del campionato. Dopo aver battuto, prima della sosta, anche la capolista Stilese, la pimpante formazione di Santino Logozzo, sul neutro di Roccella ha regolato, al termine di una partita ben giocata da entrambe, la volitiva e mai doma Ravagnese. Il risultato relativamente stretto non inganni però: la Gioiese specie nella prima frazione si è davvero divorata letteralmente 4 nitide palle-gol con Marco Albanese e Artuso. Tutto questo, ancor prima di sbloccare il risultato meritatamente prima del riposo grazie a un gran gol del bravo e promettente giovane fuoriquota Tommaso Ierinò, il migliore in campo. L’esterno destro alto del Gioiosa dopo aver sfiorato la marcatura alla mezzora con un tiro a fil di palo dai 18 metri, è andato a segno con una rasoiata in diagonale di rara bellezza. Bravo e intelligente anche il compagno di squadra Bottiglieri a servirgli con una’apertura dalla parte opposta del campo, un pallone invitante da scaraventare con precisione sul palo più lontano. Per gli ospiti, invece, solo una ghiotta occasione, nel primo tempo, sprecata da Pitasi.

Sulle ali dell’entusiasmo i padroni di casa sono poi riusciti, all’alba della ripresa, a mettere nel freezer il risultato e la vittoria grazie a un altro bel gol, siglato di testa dal neo entrato Figliomeni. Sul preciso corner battuto dal solito Ierinò, l’attaccante gioiosano ha scelto alla perfezione il tempo ed ha trafitto con una potente incornata Luvarà. Negli ultimi 25 minuti, col Gioiosa appagato, gli ospiti, punti nell’orgoglio, hanno alzato il baricentro del gioco e conquistato, giocando spesso in verticale parecchi metri di campo. Con i padroni di casa fin troppo bassi e poco reattivi nelle seconde palle, la Ravagnese è riuscita a sfiorare il gol in almeno tre occasioni.

Antonello Lupis – GAZZETTA DEL SUD

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.