L’ASP ANNUNCIA:« LA TAC DI LOCRI FUNZIONA»

221

«E in Radiologia è arrivato un nuovo medico». Intanto è nato un “Comitato pro ospedale”.

La nuova Tac, installata a dicembre nel reparto di Radiologia dell’ospedale di Locri, «da circa una settimana è attiva con l’effettuazione degli esami, a cominciare dalle urgenze». L’attesa dichiarazione, ieri, è arrivata con una stringata nota, a firma del direttore sanitario aziendale dell’Asp reggina, Antonino Bray. Una dichiarazione che Bray afferma essersi resa necessaria «per poter smentire le dichiarazioni del segretario della Uil-Fpl Nicola Simone che sostiene il mancato utilizzo dell’apparecchiatura ad oltre 20 giorni dall’installazione e fa riferimento a un caso specifico di una ragazza gravemente ferita a coltellate trasferita agli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria». Dichiarazioni puntualmente riportate in queste pagine dal nostro giornale.

«L’Asp di Reggio Calabria – scrive Bray – effettuate tutte le ricognizioni del caso ed acquisite le dichiarazioni del responsabile di Radiologia e del responsabile dell’Ufficio tecnico, smentisce quanto dichiarato in merito al fermo Tac documentando, invece, l’attivazione dell’apparecchio già da circa una settimana con l’effettuazione degli esami a cominciare dalle urgenze contestualmente alla formazione del personale, in corso».

«Smentisce, altresì – prosegue il direttore sanitario aziendale – qualsiasi collegamento tra il trasferimento del caso grave descritto e il funzionamento della Tac in quanto la giovane ragazza cubana accoltellata è stata immediatamente trasferita alla Chirurgia Vascolare dell’Azienda Ospedaliera di Reggio Calabria per le gravi ferite al collo riportate, senza effettuare Tac in quanto in pericolo di vita».

«Si stigmatizza (testuale, ndr) che questa Azienda ha effettuato nei termini il collaudo previsto della nuova Tac e garantisce la formazione che ha interessato tutto il personale medico, tecnico ed infermieristico. Con l’occasione si informa che è stato anche implementato il personale medico con il recente trasferimento alla Radiologia di Locri di un altro dirigente medico radiologo».

Da parte sua, da noi sentito, il segretario territoriale dell’Uil-Fpl, Nicola Simone ha ribadito quanto affermato, specificando che la sua dichiarazione è stata effettuata «solo dopo aver ascoltato l’operatore del settore in possesso di registrazione». Simone ha anche evidenziato che nella registrazione veniva affermato che «era stata effettuata .soltanto quache Tac di prova e che i tecnici sono al lavoro per migliorare la qualità dell’immagine».

fonte gazzetta del sud

SERVIZIO DI NICODEMO BARILLARO
Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.