REGIONALI. BERLUSCONI, CON SCONFITTA GOVERNO A CASA. IMPRESENTABILI? ASPETTIAMO I PROCESSI

81

 “Non parlerei di spallata, parlerei di dimissioni da parte della sinistra e del Governo perché dinanzi ad una sconfitta alle elezioni regionali di domenica, qualora rimanessero in carica, non saremmo nemmeno più un Paese democratico”.

Lo ha detto il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi parlando con i giornalisti a Tropea dove ha partecipato ad un’iniziativa elettorale a sostegno di Jole Santelli, candidata del centrodestra alla presidenza della Regione Calabria. “Democrazia infatti significa – ha aggiunto Berlusconi – governo del popolo, della maggioranza del popolo, non governo della minoranza”.

In merito alle dimissioni di Luigi Di Maio,  “i 5 Stelle sono uno contro l’altro e rimangono una costola della sinistra”.

“Sono alla crisi,  una crisi inevitabile e anche perché in tutto questo tempo hanno solo approfittato del malcontento e del disgusto di molti cittadini italiani che vedendo la novità avevano sperato in qualcosa di nuovo. Inoltre sono spinti nella loro proposta solo ed esclusivamente dall’invidia sociale”.

“Gli impresentabili? Bisogna vedere e sottoporsi ad un processo per poi constatare se saranno assolti o condannati. Aspettiamo  l’esito del processo. Per quanto mi riguarda, mi hanno informato di questa cosa ma non ho avuto modo di conoscere queste persone. Ne ho conosciute altre che sono assolutamente presentabili e sono state inserite nelle nostre liste a sostegno della nostra candidata presidente della Regione Calabria Jole Santelli”.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.