SCUOLA CINEMATOGRAFICA, PROGETTO D’AVANGUARDIA E FATTORE DI CRESCITA

154

Tra i “docenti” ci sarà anche il pluripremiato melitese Marcello Fonte

Cinema avanti tutta nella Locride. Grazie al progetto formativo ideato dall’attore Lele Nucera e dal regista Bernardo Migliaccio Spina con la collaborazione del regista Mimmo Calopresi, e alla proficua attività della neo costituita Scuola Cinematografica della Calabria, con sede a Siderno, stanno per partire i corsi di sceneggiatura e regia che consentiranno di dare spinta al territorio in un campo che sta vivendo in Calabria, un suo momento magico visto che sta diventando sempre più spesso location cinematografica e televisiva. I corsi, informa la Scuola di cinema di via Fiume, saranno diretti da Mario Perruccini e dureranno quattro mesi, da febbraio a maggio; andranno ad aggiungersi ai corsi di recitazione e stimoleranno la presenza nella Locride di molti artisti, in particolare calabresi, che hanno accettato di fare tappa presso la Scuola per partecipare a questa interessante ipotesi progettuale.

Tra i primi che arriveranno a Siderno l’ormai noto attore melitese Marcello Fonte, il regista e sceneggiatore catanzarese Alessandro Grande e l’attore Francesco Colella, anche lui catanzarese, tra i primi i primi a sposare l’idea di una scuola unica nel suo genere, che dà agli allievi la possibilità di far pratica sul set grazie a molte produzioni che hanno individuato in Nucera e Migliaccio Spina partner validi sul territorio calabrese, visto che hanno già contribuito alla realizzazione di un buon numero di film , ultimo dei quali “Aspromonte” di Calopresti, che ha avuto anche un ottimo successo commerciale oltre ad essere molto apprezzato dalla critica.

In questo progetto, d’altra parte, c’è una sguardo per il futuro lungo che si porta appresso molte ambizioni e fiducia in una terra che comincia a dare parecchio al cinema. L’idea di questa scuola, unica nel suo genere, è innovativa. Già da febbraio, con la partenza di nuovi progetti, darà agli allievi la possibilità di essere impegnati come protagonisti di cortometraggi, videoclip musicali, spot pubblicitari e spettacoli teatrali anche perchè il plus offerto dalla Scuola sta proprio nella messa in scena dei lavori composti come esercizi teorici.

Il corso percorre tutti i passaggi dalla realizzazione, dall’ideazione di una sceneggiatura fino alle riprese. Esperienze uniche e particolari, tutte legate al territorio, tanto che la Scuola Cinematografica ha già stipulato convenzioni con molte strutture ricettive in modo da permettere ai corsisti provenienti da fuori provincia o da altre regioni di trovare vitto e alloggio a prezzi competitivi. Altro aspetto, questo, indirizzato a promuovere il territorio.

a.b.- GAZZETTA DEL SUD

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.