SIDERNO (RC) : QUALI SORPRESE PER LE ELEZIONI COMUNALI DOPO LE REGIONALI?

252

Il 26 gennaio si voterà per il rinnovo del consiglio regionale e dopo questo atteso voto dovrebbero iniziare a muoversi anche i candidati a sindaco e consigliere per le successive elezioni che riguarderanno il rinnovo del consiglio comunale di Siderno. In questi giorni la domanda che in molti si pongono è perché l’assessore regionale al bilancio ed ex segretaria del circolo PD di Siderno Dott. ssa Mariateresa Fragomeni non abbia dato la propria disponibilità alla candidatura nelle liste del PD? E come mai il fratello, Avv. Antonio Fragomeni, ex consigliere comunale di maggioranza dal 1996 al 2001, che oggi ricopre il prestigioso incarico di Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Locri, non abbia accettato la candidatura nelle Liste di Pippo Callipo?
Voci di corridoio vedrebbero la sorella Mariateresa candidata a sindaco di Siderno ed il fratello Antonio candidato al consiglio comunale in una delle liste che dovranno rispettare scrupolosi requisiti di onorabilità e lontani da certi ambienti. Cosa che auspichiamo  anche per la formazione delle altre liste che concorreranno alla competizione del prossimo autunno 2020.Ricordiamo che il Comune di Siderno è stato sciolto per infiltrazioni mafiose per due volte nelle ultime due legislature, fattore che ha portato ad un lento ma inesorabile regresso della cittadina demograficamente più importante della parte jonica della provincia reggina. Di fronte ad una simile schieramento, cosa faranno l’ex senatore Fuda e il suo immancabile “fidato” Mimmo Panetta ? Cosa farà il Prof. Mimmo Barranca che da tempo ha dichiarato la sua volontà a candidarsi? Proseguirà nelle sue intenzioni? E cosa succederà all’interno di Forza Italia di fronte alle velleità di ricandidatura del Dott. Pietro Sgarlato? Vedremo cosa accadrà nelle prossime settimane!

Antonio Tassone ecodellalocride.it

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.