Gio. Mag 13th, 2021

Il sindaco: «Solidali con il magistrato, orgogliosi che sia un concittadino»

La cittadina di Gerace, dove è nato e vive Nicola Gratteri, capo della Procura della Repubblica di Catanzaro, si mobilita per essere presente in forma ufficiale alla manifestazione in programma sabato davanti al Palazzo di giustizia del capoluogo in segno di solidarietà verso il magistrato. Ieri il sindaco della Città dello sparviero, Giuseppe Pezzimenti, con delibera di Giunta comunale, ” ha dato indirizzo al responsabile di settore per attivarsi a reperire alcuni pullman affinché i cittadini di Gerace possano recarsi a Catanzaro per la manifestazione “Tutti con Gratteri il 18 gennaio”.

«Non rimane inascoltato, quindi – si legge in una nota stampa – il richiamo della società civile che nei giorni scorsi ha lanciato l’idea di andare insieme a Catanzaro, sabato 18 gennaio alle ore 11, in piazza Matteotti, davanti al Palazzo della Procura della Repubblica, per manifestare la vicinanza al procuratore capo dott. Nicola Gratteri, ai magistrati e a tutte le Forze dell’Ordine. Abbiamo preso atto dell’indizione di questa manifestazione – ha sottolineato il sindaco Pezzimenti – e, di conseguenza, abbiamo deciso di dare la possibilità a tutti i nostri cittadini di andare insieme a manifestare per il dottore Nicola Gratteri, per il pool di magistrati e investigatori che da tempo lavorano al suo fianco e con lui hanno dato prova che si può combattere la criminalità organizzata di ogni tipo, dal narcotraffico internazionale alle associazioni criminose, tra le quali la ‘ndrangheta».

«Quella di sabato – continua – non è solo una manifestazione di solidarietà ma anche un’opportunità che non bisogna lasciarsi sfuggire. Non dobbiamo far sentire soli i magistrati e gli investigatori che lottano quotidianamente contro le piovre che cercano di distruggere i nostri valori. Loro sono i baluardi che si oppongono al tentativo di proliferare del potere criminale».

«Siamo orgogliosi – continua Pezzimenti – che il dottore Nicola Gratteri sia di Gerace, questo legame ci rende ancora più consapevoli del fatto che bisogna stare uniti contro ogni forma di illegalità. Ognuno di noi ha il dovere di stare al fianco dei magistrati e di tutti gli inquirenti che hanno fatto della lotta alle mafie una ragione di vita. Bisogna tenere in considerazione che la loro è anche la nostra battaglia, che si fonda su principi di democrazia e libertà che le mafie, in maniera subdola, cercano di penetrare e distruggere».

Secondo il sindaco geracese, «la manifestazione rappresenta un momento di vera e propria rinascita per la Calabria ed è per questo che dobbiamo unire le forze sane della nostra società per dimostrare che siamo tutti al fianco delle istituzioni e agli uomini che, come il dottore Gratteri, incarnano i veri valori e i sani principi della nostra Calabria, che solo attraverso una prova di una forte presenza e compattezza sui temi della legalità potrà guardare al futuro con maggiore fiducia. La Giustizia è qualcosa che si costruisce giorno per giorno e tutti insieme».

EMANUELA IENTILE

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.