ARDORE: MARTEDÌ 18 UNA GIORNATA PER RICORDARE MISIANO, GAUDIO E MUSURACA

131

La Calabria nel cinema è una storia di tanti film, ma anche di tantissimi personaggi che hanno svolto i tanti  mestieri  del cinema con grande successo, in Italia e all’estero. E’ stata raccontata  in modo esaustivo da un libro pubblicato nel 2018 dal titolo Cine Tour Calabria, di Maurizio Paparazzo e Giovanni Scarfò, storia di film e di location anche con finalità di cineturismo, un movimento di persone nel mondo che ha raggiunto cifre ragguardevoli anche di grande impatto economico.

Durante il primo incontro della manifestazione del 18 febbraio  verranno ricordati tre personaggi che hanno dato un grande contributo al cinema internazionale, in particolare al cinema russo e americano: Francesco Misiano, Tony Gaudio, Nicholas Musuraca.

Francesco Misiano è stato un politico (fondatore del PCd’I),  deputato e pacifista che, per varie vicissitudini, si vide costretto a fuggire a Mosca negli anni ’20, dove,  con l’associazione Soccorso Rosso Internazionale, dedicata all’aiuto dei proletari di tutto il mondo e all’aiuto della popolazione russa dopo la  prima guerra mondale e la rivoluzione  d’ottobre, fondò, negli anni ’20, una casa di produzione cinematografica privata, La Mezrabpom-film, con la quale contribuì alla grandezza del cinema di quella nazione. Tra l’altro ha distribuito  “La Corazzata Potëmkin” in Germania nel 1925.

Il Centro Studi ha realizzato il  docufilm “Il caso Misiano”, di Eugenio Attanasio e Giovanni Scarfò,  ed ha istituito un Premio alla Produzione Cinematografica che si svolge in Italia e all’estero.

Conosciamo sicuramente registi, attori, montatori, doppiatori di successo, ma conosciamo sicuramente di meno gli Autori della fotografia che hanno svolto e svolgono un mestiere di cui non si parla molto, ma importante nella realizzazione di un film, un ruolo molto creativo perché concretizza l’idea del regista con  immagini i cui significati vengono rappresentati con la Luce, con la quale viene raffigurato  il senso della scena scritta nella sceneggiatura e presente nella mente del regista. Tony Gaudio e Nicholas Musuraca sono partiti dalla Calabria (Cosenza e Riace) nei primi anni del secolo con un talento che ha consentito loro di essere celebrati tra i più importanti Autori della fotografia  Hollywoodiani,  intraprendendo con successo una carriera che porta Tony Gaudio a vincere un Oscar nel ’37 (con  Avorio Nero e due nomination) e Nicholas Musuraca riconosciuto come  uno dei maggiori Autori della fotografia del noir americano (Le catene della colpa, Il bacio della pantera, La scala a chiocciola e altri).  “La grande avventura” è il titolo di una pubblicazione dedicata ai due Autori a cura di Eugenio Attanasio e Maria R. Donato (edizioni Cineteca della Calabria).

Ma a tradizione continua con altri Autori giovani come  Mauro Fiore di Marzi (Cosenza), Oscar per Avatar nel 2010, Salvatore Totino di Gioiosa Ionica (Cinderella man, Everest, Il codice da Vinci, Frost, ecc.) e  Davide Manca di Vibo Valentia ( Gli uomini d’oro, Il cacciatore, Piuma, Rapiscimi, C’è tempo, Parlami di Lucy e altri).

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.