CORONAVIRUS: IL METODO FALSAMENTE FURBESCO DI RIENTRARE IN REGIONE, DAL NORD, SENZA INFORMARE LE AUTORITÀ, ESPONE AL RISCHIO SÉ STESSI E GLI ALTRI

402

Il “Si salvi chi può” o, per meglio scrivere, il “rientri chi può”, in barba ai giusti blocchi, imposti dalle Autorità, non è cosa buona e giusta. Infatti, il coronavirus, che non è, affatto, da sottovalutare (commette sicuramente un grosso errore chi lo fa), colpisce e non fa avere sintomi particolari. Quindi, si pensa di essere sani e in salute ma, senza saperlo, si è infetti o, comunque, portatori di una bomba virotica devastante. Non si devono fare allarmismi, questo è vero, perché si crea il panico, che non porta a nulla di buono, se non a possibili speculazioni (possibile lievitazione ingiustificata del prezzo dei beni di prima necessità ecc.) e a scontri sociali. Ma non si deve, nemmeno, con indifferenza e superficialità, agire egoisticamente perché ciò potrebbe determinare gravi conseguenze anche alle proprie persone care, vicine. Dunque, bisogna rispettare, scrupolosamente le disposizioni delle Autorità Istituzionali e Sanitarie, per scongiurare situazioni irreversibili e irreparabili. Chi ha orecchie per intendere, intenda…

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.