CORONAVIRUS:SINDACO CATANZARO, “NON C’E’ ALCUN CASO DI CORONAVIRUS, RICOVERATA HA SOLO L’INFLUENZA”

506

“Non c’è alcun caso di coronavirus a Catanzaro”. Lo afferma il sindaco del capoluogo calabrese, Sergio Abramo, “dopo essersi messo in contatto – é detto in un comunicato – con il responsabile del pronto soccorso dell’ospedale Pugliese-Ciaccio, Peppino Masciari”. “Al primo cittadino – prosegue la nota – sono infatti state fornite precise rassicurazioni sulle condizioni della persona, arrivata in Calabria con un volo dal Veneto e ricoverata nell’hub del capoluogo per febbre alta. “In base ai primi risultati, il paziente sarebbe affetto da una comune influenza”, ha aggiunto il sindaco Abramo, invitando la cittadinanza “a non farsi prendere dal panico, perché la situazione è sotto controllo” e sottolineando che “in Calabria, come in tutta Italia, i presidi ospedalieri sono attrezzati a far fronte ad eventuali casi sospetti”.

Coronavirus: Santelli, negativo test su paziente Catanzaro
“Lo apprendiamo da responsabili reparti ospedale Pugliese”

“Apprendiamo dai responsabili dei reparti di Infettivologia e Microbiologia dell’ospedale ‘Pugliese’ di Catanzaro che i test effettuati sulla paziente ricoverata per sospetto caso di Coronavirus risultano negativi. La paziente sarà comunque trattenuta fino a lunedì quando, a solo scopo precauzionale, sarà effettuato nuovamente il test”. Lo rende noto la presidente della Regione Calabria, Jole Santelli. “Nella Regione Calabria – aggiunge – è operativa una task force dedicata alla gestione dell’emergenza Coronavirus che è formata dal Dipartimento Tutela della salute e Politiche sanitarie della Regione e dalla Protezione civile regionale. Al 20 febbraio in Calabria sono stati controllati diecimila passeggeri di voli in arrivo negli scali regionali, 7.850 a Lamezia Terme e 2.150 a Reggio Calabria, con l’ausilio di 141 volontari”.

“Il gruppo di lavoro – prosegue la presidente Santelli – è in stretto contatto con l’Istituto Superiore di Sanità, il Ministero della Salute, l’Ufficio di sanità marittima, aerea e di frontiera, la Protezione civile nazionale e la Croce Rossa e ha già gestito i casi sospetti verificatisi a Vibo e Taurianova”. “La task force regionale – dice ancora Jole Santelli – ha individuato l’ospedale ‘Pugliese’ come centro di riferimento per il territorio calabrese e i relativi laboratori di riferimento e offre supporto nelle operazioni di controlli in aeroporto dove la Sacal, la società di gestione dello scalo, ha installato una termocamera”.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.