5 Dicembre 2020

Il movimento pretendenotizie sui 15 milionidestinati al nosocomio

Il comitato “DifendiAmo l’Ospedale” di Locri prosegue nella sua azione di sensibilizzazione e coinvolgimento dell’opinione pubblica, al fine di ottenere un’adeguata offerta sanitaria nell’ospedale di Locri. Si è svolto il secondo incontro pubblico, che ha visto la partecipazione di numerosi cittadini provenienti non solo da Locri ma da diverse zone del comprensorio. In apertura dei lavori sono state rese note le cariche elettive del comitato, nato dalla raccolta firme a favore dell’ospedale di Locri alla quale parteciparono oltre 21000 cittadini: presidente Bruna Filippone; vice presidente Monica Taverna; segretario Teresa Celestino; tesoriere Alessandra Fragomeni. Il direttivo è altresì composto da Ilario Capocasale, Domenico Spanò e dall’ex primario del reparto di Pediatria dell’ospedale della Locride Francesco Mammì.

Il comitato, dunque, continua a raccogliere adesioni spontanee da parte dei cittadini. Molti i temi toccati nell’incontro di ieri, dalle sorti del finanziamento di 15.000.000 di euro per il restauro di un’intera ala dell’ospedale, alla richiesta ai singoli responsabili dei reparti di comunicare all’Asp il fabbisogno di personale entro il 29 febbraio, fino al mancato funzionamento del pos per il pagamento del ticket, necessario dopo che la nuova Legge di Bilancio ha imposto la tracciabilità dei pagamenti per prestazioni sanitarie, al fine di ottenerne il rimborso. Il comitato, al termine del dibattito, ha inteso chiedere formalmente alla Commissione Straordinaria al vertice dell’Asp un incontro per discutere delle reali criticità dell’ospedale di Locri. Il comitato, dunque, intende interloquire direttamente coi vertici dell’Asp, informando tempestivamente tutti i soggetti istituzionali potenzialmente interessati alla difesa e al miglioramento dell’offerta sanitaria nel nostro territorio. La prossima riunione avrà luogo domenica uno marzo.

p.l. -gazzetta del sud

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.