PONTE DI GENOVA, BLOCCATA AZIENDA LEGATA ALLA ‘NDRANGHETA

388

Doveva fare consegne al cantiere della struttura sul Polcevera. Ma aveva un’interdittiva emessa dalla Prefettura di Reggio Calabria. Il commissario alla ricostruzione: «Il sub-contratto è stato immediatamente risolto»

In seguito ad accertamenti richiesti dalla Struttura Commissariale alla Prefettura di Genova, nell’ambito del protocollo Antimafia, è stato bloccato l’accesso al cantiere del ponte sul Polcevera di una azienda di autotrasporti per la quale la Prefettura di Reggio Calabria ha emesso un provvedimento di interdizione. La ditta avrebbe dovuto eseguire alcune consegne nel cantiere di ricostruzione del Ponte.
In particolare, secondo quanto riportato da Genova24.it, si tratterebbe dalla Nemesis di Motta San Giovanni in provincia di Reggio Calabria. La società di autotrasporto sarebbe nella black list della Prefettura di Reggio. Da qui la decisione adottata dalla struttura commissariale che gestisce la ricostruzione del ponte a Genova che per impedire l’ingresso nei lavori di società legate in qualche modo alle organizzazioni criminali ha sottoscritto un protocollo antimafia. «Il sub-contratto – rende noto la struttura commissariale – è stato immediatamente risolto e l’azienda in questione non ha mai avuto accesso al cantiere». «Quanto accaduto mette in luce l’utilità e l’efficienza degli attenti controlli svolti, puntualmente eseguiti nei confronti di tutte le aziende che orbitano attorno al cantiere di ricostruzione del viadotto Polcevera», afferma la struttura commissariale.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.