SERIE D | ROCCELLA, ANCORA FATALI I MINUTI DI RECUPERO

114

Gli amaranto adesso si trovano in una pessima situazione di classifica

Un altro “patatrac” compiuto nei minuti di recupero in una gara ormai quasi vinta con merito sul campo. Come, infatti, era già successo poco più di una settimana fa nella gara casalinga contro il Nola (due gol, uno al 92′ e l’altro al 95′ degli ospiti e risultato capovolto), pure domenica scorsa contro il Giugliano col Roccella meritatamente in vantaggio per 2-1 (in gol Ackik e Perkovic) fino al 92′, la squadra di mister Galati, nei restanti 5 minuti di recupero, si è seduta e distratta, subendo due reti e perdendo così, in modo clamoroso, una partita che se vinta avrebbe sicuramente dato una svolta alla difficile e tormentata stagione del Roccella in chiave salvezza.

Così, per la seconda volta consecutiva, non è stato per cui ora il team amaranto, se vorrà mantenere la propria permanenza in serie D, dovrà da qui alla fine del campionato compiere davvero, per assicurarsi almeno la disputa dei playout, più di un salto mortale.

La posizione, infatti, nella classifica (terzultimo posto) della compagine ionica si è davvero fatta molto difficile e a breve, tra l’altro, per via di una vertenza economica non ripianata entro i termini previsti, il Roccella potrebbe subire anche un punto di penalizzazione, scivolando così al penultimo posto della graduatoria in compagnia del San Tommaso.

Alla luce di tutto ciò, quindi, appare chiaro un aspetto: il Roccella, al di là, comunque, dei tanti “torti arbitrali” finora subiti, o comincerà a cambiare marcia dalla prossima gara e fino alla fine del torneo oppure potrà cominciare a pensare a come metabolizzare una ultima parte di stagione calcistica difficile e, soprattutto, costellata da forti rischi in chiave salvezza.

Domenica prossima altro banco di prova difficilissimo per la squadra di Galati: al “Muscolo”, infatti, sarà di scena la lanciatissima e forte vicepolista Savoia: un esame ai limiti del proibitivo, ma bisogna crederci.

ANTONELLO LUPIS (Gazzetta del sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.