SIDERNO: IL BORGO CHIEDE VISIBILITÀ E PROGETTI

158

Obiettivo di sviluppo da perseguire con l’allungamento della stagione turistica

Sta tornando necessario se si vuole davvero garantire lo sviluppo del borgo di Siderno superiore attivare la soluzione di progetti fondamentali finalizzati al suo sviluppo. Da qui la necessità che gli attuali commissari tengano conto degli appelli che stanno lanciando le associazioni che si stanno sforzano di rilanciarne la qualificazione. E anche la cooperativa Jonica Holidays, che raggruppa gli operatori turistici del comprensorio, ha tempo addietro rivolto a tutti i soggetti interessati e a tutte le organizzazioni un appello perché tutti si adoperino per lo sviluppo dei borghi. L’obiettivo è puntare all’allungamento della stagione turistica.

Le associazioni presenti nel suggestivo centro storico sono numerose e hanno la possibilità anche di contare sull’apporto della Confraternita diretta da Pasquale Antico e dalla parrocchia gestita da don Giuseppe Alfano. Tutti hanno la volontà di lavorare in maniera sinergica e in un contesto di fiducia reciproca, tant’è che dopo un’attenta analisi avevano individuato alcune priorità che ritengono fondamentali per qualificare il Borgo e renderlo accogliente e turisticamente più interessante. Una era, e rimane, la Diga sul Lordo che poteva rappresentare il polmone verde. Purtroppo il suo abbandono (che risale ormai a più di cinque anni fa) ha tolto al borgo questa opportunità. Poi c’è la possibilità (ma questo dipende dall’Amministrazione comunale) di chieder l’istituzione di un Museo comprensoriale delle tradizioni popolari e degli antichi mestieri, favorita dalla presenza di tantissimo materiale custodito in alcune sale dei palazzi Falletti e De Moja. Bisognerebbe dare spazio a questa iniziativa, e valorizzare definitivamente i due importanti edifici, che necessitano, però, di urgenti e incisivi interventi.

ARISTIDE BAVA

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.