TOUR PER LE DISCARICHE A CIELO APERTO

137

DISCARICHE DI LOCRI SUL GRETO DELLA FIUMARA GERACE.
IERI CON ARTURO ROCCA, PRESIDENTE DELL’OSSERVATORIO AMBIENTALE DIRITTO PER LA VITA, ABBIAMO CONTINUATO IL NOSTRO PERCORSO DI MAPPATURA DELLE DISCARICHE A CIELO APERTO ESISTENTI IN QUEST NOSTRA ZONA LOCRIDEA.
ED ECCO COSA ABBIAMO DOCUMENTATO.
OGGI IL SERVIZIO NEI TG DI TELEMIA.

ANCORA UNA VOLTA RESTA DIMOSTRATO QUANTO SIA STUPIDA ED ANCHE INCIVILE LA GENTE CHE CREA QUESTI AVVELENAMENTI DELLE ACQUE E DELL’AMBIENTE, REALE PERICOLO PER LA SALUTE DEGLI ESSERI UMANI.
INFATTI GRAN PARTE DEL MATERIALE POTEVA ESSERE TRANQUILLAMENTE PORTATO ALL’ISOLA ECOLOGICA E SMALTITE IN SICUREZZA. INVECE NO.

MA PERCHE’ QUESTO MODO DI RAGIONARE ?!

QUI A LOCRI SIAMO PROPRIO VICINO AD UN SERBATOIO DELL’ACQUA POTABILE E DI UNA FIUMARA.

CHIARIAMO SUBITO CHE NON E’ COLPA DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE. LA COMPETENZA IN QUESTI CASI E’ DELLA METROCITY.
A LOCRI ANZI -DICE ARTURO- LA DIFFERENZIATA, SEBBENE INIZIATA DA POCO, STA FUNZIONANDO.

DUNQUE IL MALE INCURABILE E’ RIBADITO CHE SONO I CITTADINI BARBARI CHE INQUINANO E CI AVVELENANO.

DOBBIAMO BLOCCARLI IN TUTTI I MODI.

ED UNO DEI MEZZI RAGIONEVOLI E PACIFICI E’ QUELLO DI FARE CULTURA, LANCIARE APPELLI -IN QUESTO CASO PER VIA MEDIATICA- MA DOBBIAMO FARLO TUTTI. PARLANDO, FACENDO OPINIONE E DOCUMENTANDO IN CONTINUAZIONE, SENZA PAURA DI OFFENDERE PAESI, AMMINISTRAZIONI, POPOLAZIONI PERCHE’ LA QUESTIONE E’ GENERALIZZATA, PURTROPPO.
LA COSA MIGLIORE, SE SI CONOSCESSERO GLI AUTORI, SAREBBE QUELLA DI INTERVENIRE CON IL RAGIONAMENTO ED IL CONVINCIMENTO SU QUELLE PERSONE CHE PERSEVERANO A TENERE COMPORTAMENTI SBAGLIATI.

L’ALTRO MEZZO -PURTROPPO- E’ QUELLO DELL’APPLICAZIONE DELLA DISCIPLINA. COLPIRE GLI AUTORI CON PROVVEDIMENTI ANCHE PENALI, SE BISOGNA ARRIVARE A QUESTO PER EDUCARE E FERMARE IL FENOMENO !!!
E INDIVIDUARE OGGI SI PUO’ CON LE TELECAMERE, PER ESEMPIO, E CON SORVEGLIANZE.

MA ALLO STESSO TEMPO DOBBIAMO FRANCAMENTE DIRE CHE LE ISTITUZIONI “ABBAIANO” A VOLTE MA NON PROVVEDONO.
I NOSTRI SERVIZI SONO CHIARI ANCHE IN QUESTO SENSO.

ABBIAMO FATTO VEDERE I SITI: FINORA DI ROCCELLA, MARINA, GIOIOSA, SIDERNO, OGGI DI LOCRI, NEI PROSSIMI GIORNI MARTONE, GROTTERIA, E POI DOBBIAMO FARE SOPRALLUOGHI A SAN GIOVANNI DI GERACE E MAMMOLA.

TANTE DISCARICHE SONO “STORICIZZATE”: QUINDI PERCHE’ NON SI E’ PROVVEDUTO ED ANCORA NON SI PROVVEDERE A MONITORARLI A METTERE LE TELECAMERE,PER ESEMPIO ? E’ TANTO DIFFICILE PRENDERE QUESTA DECISIONE ?

PRENDIAMO L’ESEMPIO CLAMOROSO DI UN COMUNE. HA REALIZZATO CON FONDI EUROPEI L’ISOLA ECOLOGICA. E’ CHIUSA, NON FUNZIONA E NON SI STA ATTIVANDO. E CI SONO MONTAGNE DI RIFIUTI CHE CONTINUANO AD ARRIVARE DA OGNI PARTE, ORAMAI LA GENTE LO SA, PUO’ CONTARE LIBERAMENTE SU QUESTO DEPOSITO INDECOROSO E LO FA SICURO DI NON ESSERE RIPRESA DA TELECAMERE. AREA VIDEOSORVEGLIATA….IL SOLO CARTELLO…
ECCO QUESTA E’ UNA COSA GRAVISSIMA CHE NON SI CAPISCE PERCHE’ NON VIENE AFFRONTATA, E’ UN VERO PECCATO !

QUESTE SONO LE COLPE DEGLI AMMINISTRATORI.
GIA’ LE FORZE DELL’ORDINE SI STANNO MUOVENDO. COME PURE IL COMUNE DI ROCCELLA. A GIOIOSA PER ESEMPIO I CONFERIMENTI SONO GRATUITI PROPRIO PER INCITARE ED INCENTIVARE LA COMUNITA’ AD UTILIZZARE L’ISOLA ECOLOGICA.

MA NON BASTA. CI DEVE ESSERE UNA AZIONE COMUNE INCISIVA, CHE COMPRENDA ANCHE IL COINVOLGIMENTO RESPONSABILE DEGLI ENTI SUPERIORI CHE POSSONO EROGARE FINANZIAMENTI.
OCCORRE INFATTI BONIFICARE LE AREE, MA E’ ANTIECONOMICO FARLO SE CONTESTUALMENTE NON SI PROGRAMMA LA CREAZIONE O LA RIATTIVAZIONE ED IL BUON FUNZIONAMENTO DELLE ISOLE ECOLOGICHE NONCHE’ PREDISPORRE I MEZZI DI TUTELA E DI SORVEGLIANZA PER EVITARE LA DUPLICAZIONE DEL FENOMENO.
PURTROPPO CI VOGLIONO TANTE ENERGIE E TANTA DEDIZIONE AL PROBLEMA. MA E’ UN PROBLEMA CHE E’ DI ASSOLUTA PRIORITA’ CHE NON PUO’ RISOLVERLO
IL SINGOLO CITTADINO O LE ASSOCIAZIONI.

IERI SAPPIAMO CHE L’ASSEMBLEA DEI SINDACI SI E’ RIUNITA PER TRATTARE L’EMERGENZA RIFIUTI, UN BUON PASSO, MA NON BISOGNA FERMARSI. E’ STATO DECISO DI FARE UNA RIUNIONE CON LA CITTA’ METROPOLITANA.

CERTO E’ CHE ANCHE LA METROCITY SI E’ MESSA A FARE DISASTRI ED “ABUSI” FACENDO CONVERGERE SULLA PIATTAFORMA DI SIDERNO TONNELLATE E TONNELLATE DI RIFIUTI DI REGGIO, COMPROMETTENDO I QUANTITATIVI CONFERIBILI DAI NOSTRI COMUNI. CI MANCAVA ANCHE QUESTO !

DOMANI VI FAREMO VEDERE ALTRE DISCARICHE.

IL NOSTRO IMPEGNO, PICCOLO IMPEGNO MEDIATICO, MA OGGETTIVO E REALISTICO, NON HA FINI POLITICI O DESTABILIZZANTI O DI VUOTO ALLARMISMO.
LE IMMAGINI PARLANO CHIARE. E’ UNA AZIONE DI SENSIBILIZZAZIONE E RESPONSABILIZZAZIONE OPERATIVA E CULTURALE, DI COLLABORAZIONE, DI CITTADINANZA ATTIVA, DI PARTECIPAZIONE ALLA COSA PUBBLICA. E STIAMO USANDO A PIENE MANI TUTTI I MEZZI MEDIATICI, GIORNALI, TELEVISIONI, WEB.

NESSUNA AMMINISTRAZIONE SI OFFENDA, NESSUNA COMUNITA’ SI OFFENDA, SIAMO TUTTI NELLA STESSA BARCA, COLPEVOLI E NON COLPEVOLI (PERCHE’ LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DI CITTADINI SONO CITTADINI NEL VERO SENSO DELLA PAROLA !).
E PERSONALMENTE VOGLIO PUNTUALIZZARE CHE L’AZIONE -PER QUANTO RIGUARDA GIOIOSA- RIENTRA IN QUEL PROGRAMMA DI COLLABORAZIONE SULL’AMBIENTE CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CHE LA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI SI E’ POSTO SIN DALLA SUA RICOSTITUZIONE NEL MESE DI LUGLIO 2014, ADOPERANDOSI ATTIVAMENTE.

ED E’ UNA AZIONE COSTANTE E PUNGENTE SOPRATUTTO VERSO QUEI CITTADINI DISINFORMATI, NON COSCIENTI, NON RESPONSABILIZZATI, DI MENTE CHIUSA, E VERSO I LORDAZZI DI PROFESSIONE CHE SONO COSCIENTI DEL MALE CHE FANNO A SE STESSI ED AI LORO FIGLI E NIPOTI ED AGLI ALTRI, EPPURE CONTINUANO IMPERTERRITI AD AVVELENARE L’AMBIENTE E GLI ESSERI UMANI.
QUESTI NON LI GIUSTIFICHIAMO PER NIENTE !
NON SONO AMICI DELLA COMUNITA’ !

MOTIVO PER CUI DOBBIAMO INSORGERE E REAGIRE TUTTI !!!
SI TRATTA DEL BENESSERE PUBBLICO.

Vincenzo Logozzo
Gioiosa Jonica, martedì 4 febbraio 2020

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.