VIADOTTO FERROVIARIO OGR DI SALINE JONICHE. INTERVIENE IL SINDACO DEL COMUNE DI MONTEBELLO JONICO SUGLI INTERVENTI IN CORSO

169

Con riferimento alle segnalazioni dell’ANCADIC riguardanti lo stato di degrado e di potenziale pericolo in cui versa l’intero viadotto ferroviario OGR di Saline Joniche, il ponte ferroviario “Molaro I” e la via delle Viole, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Direzione Generale per il Trasporto e le Infrastrutture Ferroviarie  Divisione 6 lo scorso 10 febbraio ci ha comunicato tra l’altro che nel corrente mese il Gestore eseguirà un intervento di ripristino che sarà esteso al ponte ferroviario  e  con riferimento al muro di sottoscarpa di via delle Viole saranno eseguiti interventi di manutenzione straordinaria nel corso dell’anno.

Le nostre segnalazioni sono state da subito recepite, per prima dalla Prefettura di Reggio Calabria che ha subito  invitato gli enti competenti ad attuare tempestivamente ogni utile intervento finalizzato alla tutela della popolazione, per la messa in sicurezza del sito in questione e dal Comune di Montebello Jonico che attraverso il Sindaco, avv. Ugo Suraci, si è puntualmente attivato invitando la Società RFI a voler disporre con urgenza un’attenta verifica dello stato di logoramento dell’intera struttura e a predisporre immediati interventi per la sua messa in sicurezza, dando incarico ai tecnici comunali a predisporre ed attuare un intervento di salvaguardia della sicurezza dei cittadini. Il Sindaco facendo seguito alle precedenti richieste inviate anche alla scrivente associazione, in una nota datata 17 febbraio 2020  diretta alla Prefettura di Reggio Calabria, per conoscenza a RFI, al responsabile LL.PP e Manutenzione Sede, al Responsabile della Polizia locale Sede e alla scrivente associazione prende atto che in questi giorni sono iniziati i lavori di adeguamento del tratto di raccordo soprastante la strada statale 106 ma nessun riscontro si è avuto da RFI circa l’intera Struttura. In atto sono in corso sopralluoghi degli Uffici comunali per rilevare lo stato di effettivo pericolo lungo la strada di proprietà delle stesse ferrovie, ma di uso pubblico, onde accertare le effettive pericolosità esistenti e adottare i dovuti provvedimenti.

Con la suddetta nota è stata sollecitata  RFI ad accertare le condizioni di pericolo dell’intero raccordo ed effettuare gli interventi di manutenzione che con tutta evidenza si rendono necessarie.

Vincenzo CREA

 Referente unico dell’ANCADIC

e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”

sdr
dav
dig
dav
dig
Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.