3 Dicembre 2020

I carabinieri stanno battendo a tappeto il territorio per verificare il rispetto delle normative di contrasto alla diffusione del Coronavirus

Si moltiplicano i controlli da parte dei carabinieri per tutelare la salute pubblica nel Vibonese. Un’attività che si è incrementata a seguito dei nuovi decreti della Presidenza del consiglio dei ministri e delle ordinanza emesse dalla Regione. In particolare i carabinieri hanno denunciano due donne che giunte dalla Lombardia non hanno osservato l’ordinanza regionale per la quarantena.
Mentre a Dinami, i carabinieri della locale Stazione hanno denunciato un soggetto proveniente dalla Lombardia che, non avendo contatto i numeri di telefono messi a disposizione dalle varie Autorità, non ottemperando alle disposizioni previste, girovagava per il paese senza rispettare l’obbligo della quarantena obbligatoria. A Fabrizia, i carabinieri della Stazione hanno riscontrato l’apertura di un locale “sala giochi”. Anche tale comportamento, non in linea con quanto previsto dalle ultime normative in vigore emanate dal presidente del Consiglio dei Ministri, è stato segnalato alla competente Autorità Giudiziaria per la potenziale violazione dell’art. 650 del Codice Penale.
Un cittadino di Vibo Valentia è stato invece fermato allo svincolo delle Serre mentre rientrava da Rosarno. Non avendo dato spiegazioni valide a giustificare lo spostamento è stato denunciato. Altre due persone sono state denunciate nella serata di ieri dai carabinieri della Stazione di Francica perché sorpresi in auto nel centro abitato senza giustificato motivo.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.