4 Dicembre 2020

Siamo tutti consapevoli che la difficilissima situazione in cui versa l’Italia, in
quest’ultimo periodo, non si risolverà in breve tempo e le conseguenze, sotto un
profilo socio – economico, saranno disastrose. Che il comparto sanitario necessitava e
necessita tutt’ora di una netta ristrutturazione lo abbiamo sempre denunciato ma i
nostri amministratori, in particolare quelli regionali, hanno preferito non toccare quel
sistema politico ormai incancrenito volto a favorire la sanità privata. Oggi le
conseguenze sono alla portata di tutti.
La preoccupazione su un tracollo del sistema economico nazionale diventa sempre più
reale. I provvedimenti adottati dal governo inerenti la chiusura delle attività
produttive- lavorative dei piccoli e medi imprenditori, le attività artigianali e
l’impossibilità di svolgere il proprio lavoro da parte dei professionisti, avranno un
effetto disastroso, nel breve e lungo periodo, poiché provocheranno un impoverimento
per coloro i quali all’assistenzialismo statale hanno da sempre preferito rimboccarsi le
maniche ed investire i risparmi di una vita. Diciamoci la verità, la politica non ha mai
tutelato il popolo delle partite iva, coloro i quali producono reddito e movimentano il
sistema economico nazionale. Nessun partito politico di destra o di sinistra che sia ha
inteso tutelare le imprese ed i lavoratori autonomi attraverso una politica volta al
contenimento della pressione fiscale, solo chiacchiere e promesse del momento. La
cosa più scandalosa è che ancora gran parte dell’elettorato continua a credere in
coloro i quali delle promesse e bugie hanno fatto un modello di vita e che nel corso
della legislatura si sono adoperati esclusivamente per i propri interessi, o credere
ancora a quei “leader” di partito che ad ogni intervista, in maniera ormai
consuetudinaria, propongono le stesse ricette per un’Italia migliore.
Speriamo che questa grave emergenza finisca al più presto e speriamo che questa
volta l’elettorato prenda atto del fallimento dell’intera classe politica che ad oggi non
ha inteso attuare e comunicare le azioni necessarie al fine di evitare il tracollo
economico – imprenditoriale.
Questi sono i momenti in cui la politica deve fare la differenza, momenti in cui le
chiacchiere devono obbligatoriamente lasciare il posto ai fatti concreti ed il
personalismo deve essere sostituito dall’interesse comune. Attendiamo con ansia il
varo di provvedimenti economici a sostegno delle imprese, aziende, attività
commerciali, liberi professionisti e tutti coloro i quali mantengono la propria famiglia
con il lavoro quotidiano.
Noi restiamo a casa ma voi politici fate il vostro dovere.
Avv. Carlo Salvo

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.