CORONAVIRUS, I FOCOLAI DI MELITO E MONTEBELLO SPAVENTANO REGGIO CALABRIA

873

Come anticipato nel bollettino della Regione Calabria diffuso oggi pomeriggio, nella giornata odierna si sono registrati altri due morti per Coronavirus a Reggio Calabria. Entrambe le vittime erano ricoverate presso gli Ospedali Riuniti della città dello Stretto. Nello specifico si tratta della signora Michela Battaglia, 88 anni di Montebello Jonico, madre di Mimmo Crea, prima vittima di Covid19 nella provincia reggina. L’altro deceduto è un 89enne che arrivava ai Riuniti dalla casa di riposo di Melito di Porto Salvo dove è scoppiato un focolaio a causa della donna di Pentidattilo rientrata dal Nord che ha infettato un operatore della struttura per anziani. Sono proprio i due focolai della jonica a preoccupare Reggio Calabria, il presidente della Regione Jole Santelli sta valutando in queste ore l’eventuale chiusura come zona rossa anche di Melito dopo aver preso lo stesso provvedimento per Montebello e tutti gli altri comuni calabresi in cui si sono verificati casi di Coronavirus.

Il bilancio complessivo della provincia di Reggio Calabria è di 140 casi così suddivisi:

7 morti7 guariti, 25 ricoverati in reparto, 6 ricoverati in rianimazione, 95 in isolamento domiciliare.

Fonte. www.strettoweb.com

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.