L’ASSOCIAZIONE CHIEDE CONTO ALL’ANAS CHE ORMAI È CHIUSA NEL SUO COLPEVOLE SILENZIO

159

Inviate all’Anas le richieste relative agli interventi previsti sula S.S.106 in provincia di Catanzaro. MARINO: «RITARDI INCREDIBILI SUGLI INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA E NOTEVOLE ABBASSAMENTO DELLA PRODUZIONE. L’ASSOCIAZIONE NON RESTERÀ A GUARDARE»

Nei giorni scorsi l’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” ha presentato formalmente al Coordinamento Territoriale Calabria di Anas Gruppo FS Italiane un terzo pacchetto di richieste che riguardano interventi urgenti di messa in sicurezza già programmati e finanziati negli anni precedenti oppure in attesa di essere finanziati dalla nuova programmazione.

L’Associazione ha chiesto in ordine agli interventi di messa in sicurezza della S.S.106 Jonica esistente di poter conoscere quali siano (se esistono), gli interventi di pavimentazione stradale previsti sulla S.S.106 in Provincia di Catanzaro e quali sono (se esistono), gli interventi d’installazione di nuovi guard-rail previsti in queste due province.

Quando saranno avviati gli interventi per la sistemazione Idraulica sulla S.S.106 a ridosso del Torrente Magliacane e quando saranno avviati i lavori per la realizzazione della rotatoria nel Comune di Botricello. Così come è stato chiesto se è stata ammessa a finanziamento la rotatoria di Cropani e quando partiranno i lavori per la rotatoria di Uria già presentata nella sede del Consiglio Comunale di Sellia Marina il 5 marzo 2019 (un anno fa!). Allo stesso modo è stato chiesto all’Anas quando partiranno i lavori per la rotatoria di Simeri Crichi e quando saranno avviati i lavori per la realizzazione della nuova rampa per l’Ospedale di Soverato.

Infine, l’Associazione ha chiesto quando partiranno i lavori di allargamento stradale tra Davoli (CZ) e Guardavalle, quando saranno avviate le rotatorie di San Sostene, Sant’Andrea Apostolo dello Jonio, Isca sullo Jonio e Santa Caterina dello Jonio; quando partiranno i lavori per l’adeguamento dell’Incrocio tra Via Pertini e Via Nenni e quando saranno avviati i lavori per il collegamento area turistica Fego nel comune di San Sostene e, per concludere, quando saranno avviati i lavori per la realizzazione della corsia di accumulo e per la passerella pedonale sul Ponte Vodà nel comune di Badolato.

«Abbiamo inviato ad Anas – dichiara Tino Marino, vice Presidente dell’Associazione – una serie di richieste già oltre 20 giorni fa partendo dalla S.S.106 in provincia di Cosenza ed, oggi, dopo le richieste di Crotone, continuiamo con Catanzaro per chiudere nei prossimi giorni con le richieste sugli interventi previsti e già finanziati sulla provincia di Reggio Calabria. Dispiace dover ribadire – continua Marino – che a tali richieste ad oggi l’Associazione non ha ottenuto una sola risposta. Temiamo – conclude il Vice Presidente – che dietro questi silenzi si nasconda la totale incapacità di una Dirigenza di Anas che è consapevole dei ritardi incredibili da loro provocati su questi interventi urgenti di messa in sicurezza ed allo stesso tempo della loro consapevolezza sull’incredibile abbassamento della produzione che ormai è un fatto conclamato persino per i non addetti ai lavori. Su questi temi, ovviamente, noi non rimarremo con le mani in mano…».

Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” – 6 Marzo 2020

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.