4 Dicembre 2020

Il consigliere regionale Raffaele Sainato ha scritto una missiva ai sindaci della provincia di Reggio Calabria proponendo la Costituzione di un Fondo di mutuo soccorso. Ha altresì comunicato che la sua prima indennità da consigliere regionale si tratta di circa €10000 Lorde Sara devoluta in beneficenza al presidio ospedaliero di Locri. Intanto al comune è arrivato il decreto di Conte che stanzia per la cittadina poco più di € 97.000 quale bonus spesa per le persone in difficoltà economiche. Nella missiva inviata ai sindaci sainato spiega come
in uno Stato democratico, orientato a porre la solidarietà sociale come perno dell’agire
comune, ciascuno di noi è chiamato a fare la propria parte contro le disparità individuali
nella collettività.
In momenti di emergenza umanitaria come quelli che stiamo vivendo, nel corso della quale
molte famiglie si ritrovano senza possibilità di lavorare e con mezzi finanziari insufficienti a
garantire l’approvvigionamento alimentare, abbiamo il dovere morale di aiutare le fasce di
persone deboli, le quali versano in gravi difficoltà economiche.
Il consigliere regionale di Fratelli d’Italia ha proposto a tutti i Sindaci della fascia ionica e tirrenica calabrese (ove non sia già stato
attivato) la costituzione di un Fondo di mutuo soccorso – da intendersi come progetto di
raccolta fondi per l’emergenza epidemiologica da Covid-19 complementare rispetto allo
stanziamento del governo, il quale integra i fondi di solidarietà comunale da destinarsi,
unitamente ad ulteriori interventi pubblici che ciascun Comune sarà in grado di attuare in
maniera autonoma, al sostegno nell’immediato di coloro che versano in maggiore stato di
necessità.
In fase conseguente, il medesimo fondo, potrà essere utilizzato come supporto propulsore
per la programmazione delle attività di ripresa cittadine.
Tutti potranno donare con un libero versamento su IBAN di un conto corrente che ciascun
Comune potrà accendere presso un Istituto bancario di riferimento.
Per coloro che effettueranno le donazioni, in virtù del decreto direttoriale 28 Novembre
2019, sono previste delle agevolazioni fiscali, che per le aziende sono pari all’importo
donato (ma entro il 10% del reddito complessivo dichiarato e per le persone fisiche, la
detrazione può arrivare al 30% (fino a € 30.000,00 di donazione) oppure all’importo donato
(sempre entro il 10% del reddito complessivo dichiarato). GM REDAZIONE@TELEMIA.IT

SERVIZIO DI GIANLUCA SCOPELLITI
Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.