ANCI CALABRIA: NOTA DI CHIARIMENTO

173

Dopo aver attivato apposita piattaforma telematica, che nei prossimi giorni sarà nella disponibilità gratuita di tutti i Comuni della Calabria che intendono avvalersene, si è riunito e aggiornato il Comitato Direttivo di ANCI Calabria per esaminare la situazione e le problematiche generali in capo ai Sindaci ed ai Comuni relativamente all’emergenza COVID 19.
I lavori si sono poi incentrati su Proposte e richieste di ANCI Calabria in relazione ai provvedimenti legislativi o di Governo e segnalazione di criticità e fabbisogni dei Comuni. In merito, dopo avere preso visione le proposte di emendamenti che ANCI Nazionale ha già depositato al Senato ove è pendente lesame per la conversione in Legge del D.L. 18/2020 (CuraItalia) per l’opportuna considerazione da parte del Parlamento, è stato redatto un documento tendente ad integrare dette proposte.
La nota dellANCI Calabrese vuole farsi carico delle problematicità specifiche dei Comuni calabresi (eventualmente sin qui non già comprese) e della individuazione di quelle ulteriori nascenti dalla prospettiva del protrarsi dellemergenza e, perciò, da prendere anche in carico nei provvedimenti legislativi di diversa tipologia che sono ancora in discussione e che certamente seguiranno .
Il documento integra i vari contributi che i Sindaci, in varia forma, hanno fatto pervenire all’ANCI calabrese, sarà con immediatezza trasmesso agli organi nazionali per il prosieguo ed a tutti i Deputati e Senatori calabresi per un invocato sostegno in sede parlamentare e di Governo.
L’organo dellAssociazione ha, altresì, esaminato la problematicità in cui versano i Comuni per l’effetto della crisi finanziaria che ha profonde ripercussioni sulla funzionalità, già critica, dei servizi idrici ed ambientali (raccolta e smaltimento rifiuti) – dei quali sono più direttamente investiti A.T.O. e Autorità Idrica Regionale per intraprendere conseguenti iniziative in merito nel livello regionale.
L’occasione è stata utile per esaminare il livello di attività dei Comuni nell’applicazione dell’intervento disposto dalla OCDPC n. 658 (Fondo di Solidarietà Comunale, buoni spesa) su cui i Sindaci nelle differenti forme consentite e ritenute più idonee rispetto alle condizioni locali – sono fortemente impegnati per rendere efficace ed il più possibile immediata la fruizione dei benefici (buoni spesa od aiuti alimentari e di beni di prima necessità) che, peraltro, è già in buona parte operativa in molti Comuni.
Il Comitato Direttivo Regionale dell’ANCI, in considerazione delle autorevoli preoccupazioni emerse circa la buona gestione di tali fondi, assicura che è comune preoccupazione dei Sindaci di contemperare la prontezza dazione con la necessaria ed indispensabile trasparenza e legalità delloperato dei Comuni.
Riafferma che i Sindaci, oltre ad essere sin dall’insorgere dell’epidemia l’organo statuale più immediatamente impegnato nell’azione di contrasto del fenomeno, sono e restano presidio responsabile di legalità e di trasparenza.
Nella dubbia applicabilità della totale pubblicazione degli atti relativi (in particolare degli elenchi dei beneficiari) provvederanno ad informare di tutto il percorso i Prefetti delle relative Provincie.
ANCI Calabria, pertanto, invita tutti i Sindaci della regione ad effettuare tale adempimento, in ogni sua fase, al fine sia di rendere monitorato lo stato di efficacia dell’intervento che il Governo ha loro affidato, sia per favorire oltre i controlli comunali già effettuati – lo svolgimento di ogni eventuale ulteriore separato accertamento da parte dei Prefetti in ordine a condizioni e requisiti di beneficiari e fornitori interessati.
La modalità di riunione in videoconferenza consentirà a tutti gli organi dellAssociazione di assicurare la propria costante operatività anche nel prosieguo.

 

Per ANCI Calabria
Francesco Candia – VPV

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.