CAULONIA: BILANCIO APPROVATO. OBIETTIVO CENTRATO, PER LA MAGGIORANZA. UNA VITTORIA DELL’ASSESSORE AL RAMO, DR. ATTILIO TUCCI

337

È stato uno dei migliori Assessori allo Sport non solamente della provincia di Reggio Calabria, ma dell’intero Meridione d’Italia, all’epoca in cui ha rivestito l’importante e strategico ruolo, già Sindaco di Caulonia, in diverse legislature e ora assessore al bilancio, il medico Attilio Tucci ha lavorato affinché venisse centrato l’importante obiettivo dell’approvazione del bilancio comunale e ci è riuscito.

Il dottore Attilio Tucci


Riportiamo, qui di seguito, la sua relazione integrale:

STIAMO APPROVANDO IL BILANCIO 2020 IN CONDIZIONI VERAMENTE SURREALI.LA NAZIONE STA ATTRAVERSANDO UNA CRISI SOCIO-ECONOMICA SANITARIA CHE NON HA VISTO PRECEDENTI DALL’ULTIMO DOPOGUERRA. LA GENTE E’ SMARRITA, DISORIENTATA E INCERTA DEL FUTURO E NON VI NASCONDO ANCHE LE MIE PERSONALI DIFFICOLTA’ AD IMMAGINARE IL DOMANI. STIAMO APPROVANDO UN DOCUMENTO CHE NASCE GIA’ FRUSTRATO DAGLI AVVENIMENTI CHE ORMAI TUTTI CONOSCIAMO. LE LINEE GUIDA SULLE QUALI C’ERAVAMO MOSSI IN FASE DI ISTRUTTORIA NON ERANO DIVERSE DAL PASSATO .RAZIONALIZZARE LE USCITE E INCREMENTARE LE ENTRATE, CERCANDO DI NON GRAVARE SULLE FASCE DEBOLI.PER QUANTO RIGUARDA LE USCITE RESTA CHIARAMENTE UN PUNTO DEBOLE L’APPROVIGGIONAMNENTO DI ENERGIA ELETTRICA , SEMPRE MOLTO ELEVATO NONOSTANTE I TENTATIVI MESSI IN CAMPO.ABBIAMO CAMBIATO DUE FORNITORI IN TRE ANNI PROPRIO NEL TENTATIVO DI RISPARMIARE MA TUTTO CIO’ ANCORA NON BASTA.IL COSTO ENERGETICO PER UN PAESE COME IL NOSTRO COSI’ ESTESO CON TANTE FRAZIONI RESTA UN HANDICAP DI NON FACILE SUPERAMENTO.RESTA APERTA LA PROBLEMATICA DEI RUOLI COMUNALI NONOSTANTE QUALCHE LIEVE MIGLIORAMENTO . E’ IL PROBLEMA DEI PROBLEMI. NON DI FACILE SOLUZIONE CERTAMENTE SE SONO DECENNI CHE RESTA SEMPRE ALL’ORDINE DEL GIORNO. LA PRECEDENTE AMMINISTRAZIONE AVEVA PENSATO ALL’ESTERNALIZZAZIONE DEL SERVIZIO RISCOSSIVO E NOI ABBIAMO ATTUATO QUANTO PREVISTO DAL CAPITOLATO D’APPALTO MA I RISULTATI STENTANO ANCHE PERCHE’ NONOSTANTE L’ESTERNALIZZAZIONE SE NON SI PARTE DA UNA ADEGUATA ORGANIZZAZIONE INTERNA L’INTERO APPARARTO RISCHIA DI ESSERE FALLIMENTARE . PER QUESTO MOTIVO RITENGO CHE LA RIORGANIZZAZIONE DELL’UFFICIO TRIBUTI E RAGIONERIA DIVENTI FONDAMENTALE SE ACCOMPAGNATA DA UN PROCESSO DI FORMAZIONE –RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE INTERNO CHE GIA’ HA ORARI ESTREMAMENTE RIDOTTI PER EFFETTO DI UNA LEGGE DI STABILIZZAZIONE CHE SOLO L’INCAPACITA DI UNA CLASSE POLITICA CALABRESE BIPARTIZAN POTEVA ACCETTARE MA SOPRATTUTTO HA BISOGNO DI UNA RIMODERNIZZAZIONE DI TUTTI I SERVIZI TELEMATICI.SE CI FOSSERO LE RISORSE QUESTE MODIFICHE SI POTREBBERO ATTUARE IN MENO DI SEI MESI MA LA REALTA’ LA CONOSCETE . FINO A QUANDO AVREMO ELUSIONI FISCALI DEL 65 % NON AVREMO DOMANI.L’OPPOSIZIONE IN CORSO DELL’APPROVAZIONE DEL BILANCIO 2019 HA CRITICATO IL NOSTRO DUP PER LA SCARSEZZA DI PROGRAMMAZIONE IO LI INVITEREI AD ANDARE A GUARDARE ANCHE I PRECEDENTI RELATIVI AGLI ANNI IN CUI IO STESSO ERO OPPOSIZIONE MA NON MI SONO MAI PERMESSO DI STRUMENTALIZZARE UN DOCUMENTO CHE E’ SOPRATTUTTO MOLTO COREOGRAFICO MA DISTANTE ANNI LUCE DALLA NOSTRA REALTA’ .NOI ABBIAMO UN PROBLEMA DI SOPRAVVIVENZA ,DI QUOTIDIANITA’; SENZA RISCOSSIONE DEI TRIBUTI COMUNALI NON ABBIAMO POSSIBILITA’ ALCUNA. QUELLO CHE MI RAMMARICA E’ CHE CONTRARIAMENTE A QUANTO POSSA APPARIRE L’ELEVATA ELUSIONE NON SEMPRE E SOLO PER UNA PARTE FISIOLOGICA ,E’ LEGATA A DIFFICOLTA’ FINANZIARIE MA PURTROPPO DIFRONTE ALLE STORICHE DIFFICOLTA’ ORGANIZZATIVE DEL COMUNE CENTINAIA DI FURBETTI CONTINUANO AD ELUDERE. NOI AVEVAMO TRACCIATO LE BASI PER UN PERCORSO VIRTUOSO DI REVISIONE INTERNA DEI RUOLI MA L’EMERGENZA COVID CI HA COSTRETTI A RINVIARE. E QUI RITENGO UTILE APRIRE UNA PARENTESI CHE IN FONDO RACCHIUDE LO SPIRITO CON CUI PORTIAMO ALL’APPROVAZIONE IL NOSTRO DOCUMENTO CONTABILE.
SE LE DIFFICOLTA’ APPENA ACCENNATE IN QUESTA RELAZIONE ERANO GIA’ EVIDENTI IN FASE DI ISTRUTTORIA MAN MANO CHE PASSAVANO I GIORNI DELL’ EMERGENZA DIVENTAVANO SEMPRE PIU’ INSORMONTABILI. INSORMONTABILI SOPRATTUTTO PERCHE AD OGGI IL PROBLEMA DEGLI ENTI LOCALI ,SE NON OCCASIONALMENTE, NON VIENE EVIDENZIATO CON LE DOVUTE ACCORTEZZE NELL’AGENDA DEL GOVERNO O NELLE PROPOSTE DELL’OPPOSIZIONE. GIOCO FORZA CI SARA’ UNA ULTRIORE CONTRAZIONE DELLE ENTRATE COMUNALI CHE DRAMMATICAMENTE PORTERANNO I COMUNI TUTTI MA PENSO CON TRISTEZZA AL NOSTRO, AL FALLIMENTO. A DIRE IL VERO E’ IN ITINERE UN PROVVEDIMENTO DELLA CDP CHE PREVEDE LA RINEGOZIAZIONE DEI MUTUI E LA SOSPENSIONE DELLA QUOTA CAPITARIA PER IL 2020 MA E’ POCA COSA. I PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI DA INTRAPRENDERE SONO ALTRI, ABBIAMO LA NECESSITA’ DI UN ANTICIPO DA PARTE DELLO STATO DI LIQUIDITA’ IN MISURA PARI ALLE PREVISIONI DI ENTRATA RELATIVE A TUTTO IL 2020 E SE FOSSE POSSIBILE AL PRIMO SEMESTRE 2021 DA RESTITUIRE IN 30 ANNI .
ABBIAMO RICEVUTO IN QUESTI GIORNI LA RICHIESTA DA PARTE DELL’OPPOSIZIONE DI SOSPENDERE I TRIBUTI ,ANALOGA RICHIESTA E’VENUTA DA PARTE DELL’ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI CHE MI IMPEGNO A INCONTRARE NEI PROSSIMI GIORNI. ATTUALMENTE L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE NON HA IL POTERE LEGISLATIVO PER ASSUMERE QUESTO PROVVEDIMENTO. NOI POSSIAMO RITARDARE E L’ABBIAMO FATTO L’EMISSIONE DEI RUOLI MA NON ANNULLARLI.DALTRONDE LA REGIONE NON CANCELLA I COSTI DELLO SMALTIMENTO RIFIUTI ANZI C’E’ LA PRETESA DI UNA ANTICIPAZIONE DELLE SOMME,NON ABOLISCE IL COSTO DELL’ACQUA POTABILE. NON E’ UTILE ADDOSSARE TUTTE LE RESPONSABILITA’ SEMPRE E COMUNQUE AGLI AMMINISTRATORI LOCALI, SE UNA REVISIONE DEL SISTEMA CONTRIBUTIVO LEGATO ALL’AUTONOMIA IMPOSITIVA ERA UNA NECESSITA’(SOPRATTUTTO PER IL SUD) QUALCHE MESE FA ,ORA DIVENTA UN OBBLIGO PER I NOSTRI GOVERNANTI. LA MANCATA RISCOSSIONE DEI RUOLI NEGLI ANNI PASSATI HA AVUTO UNA RESPONSABILITA’ FONDAMENTALE NEL DETERMINARE LA PROCEDURA DI DISSESTO FINANZIARIO ,QUELLO CHE SI PROFILA LL’ORIZZONTE NON E’ MOLTO DIVERSO.
NEL CORSO DEL NOSTRO MANDATO ABBIAMO INIZIATO A PORRE RIMEDIO A CRONICHE CARENZE STRUTTURALI.ABBIAMO UTILIZZATO LO SCORSO ANNO TUTTI GLI STRUMENTI UTILI PER STABILIZZARE IL PERSONALE PRECARIO E UNA VOLTA APPROVATO QUESTO BILANCIO CONTINUEREMO PER IL 2020.
ABBIAMO UTILIZZATO TUTTE LE RISORSE FINANZIARIE REGIONALI, NAZIONALI E COMUNITARIE UTILI PER INTERVENTI STAORDINARI OTTENENDO SEMPRE OTTIMI RISULTATI. DA QUESTO PUNTO DI VISTA CREDO CHE MAI IN PASSATO CI SIA STATO UNA TALE AFFLUENZA DI FINANZIAMENTI. MI AUGURO CHE SI POSSANO CONCRETIZZARE IN BUONE OPERE PUBBLICHE CHE RENDANO IL NOSTRO TERITORIO PIU’ SICURO E APPETIBILE TURISTICAMENTE.
SE DEBITAMENTE ASSISTITO DA PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI SERI IL PERCORSO E’ ANCORA POSSIBILE. A VOLTE HO LA SENSAZIONE DI NON AVERE PIU’ IL TEMPO UTILE PER VEDERE REALIZZATE QUELLE RIFORME AMMINISTRATIVE DELLE QUALI HO SEMPRE AVUTO PERCEZIONE MA CHE NON SONO MAI RIUSCITO A VEDERE CONCRETIZZATE.NEGLI ANNI 90 E 2000 L’INTERO PAESE CHI PER UN VERSO CHI PER UN ALTRO E’ STATO AMMALIATO DALL’IPOTESI FEDERALISMO .CI SIAMO RINCORSI A CHI FOSSE PIU’ AUTONOMISTA INDIPENDENTEMENTE DALLE ORIGINI STORICHE E CULTURALI DELLA NOSTRA NAZIONE .OGGI ABBIAMO CAPITO QUANTO SIA NECESSARIO RIVEDERE MOLTE POSIZIONI . LE MIGLIAIA DI MORTI REGISTRATI NELLA NAZIONE FORSE CI HANNO INSEGNATO CHE LA SANITA’ DEVE RESTARE CENTRALIZZATA .PERCHE’ DOVREMMO ASPETTARE ALTRI MORTI VERI O FIGURATIVI(LA MANCANZA DI SERVIZI ADEGUATI EQUIVALE A MORTE DI UN TERRITORIO) PER CAPIRE CHE LE PERIFERIE DI QUESTO PAESE ,IL SUD DI QUESTO PAESE NON POSSONO REGGERE L’IMPATTO CON LA CRISI ALL’ORIZZONTE.
IO CHIEDO IL VOTO FAVOREVOLE SU QUESTO DOCUMENTO CONSAPEVOLE CHE E’ POCA COSA RISPETTO ALL’ENORMITA’ DEI PROBLEMI CHE DOVREMO AFFRONTARE MA E’ L’UNICA POSSIBILITA’ PER SPERARE.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.