CORONAVIRUS, É REGGIO CALABRIA LA PRIMA PROVINCIA D’ITALIA A RAGGIUNGERE IL TRAGUARDO DI “ZERO CASI”

1091

La Provincia di Reggio Calabria raggiunge per prima il traguardo di “zero casi” positivi al Coronavirus: oggi, infatti, nonostante l’elevato numero di pazienti sottoposti a tampone (379) nei due laboratori situati nella città capoluogo, Reggio Calabria, nessuno è risultato positivo. Già nei giorni scorsi i dati erano molto confortanti con poche unità (2, 3, massimo 5 nell’ultima settimana) di casi giornalieri rilevati su svariate centinaia di persone sottoposte giornalmente a tampone. La Provincia di Reggio Calabria, con 556 mila abitanti, è l’area più grande che riesce per prima a raggiungere un traguardo così importante.

 

“Nel territorio reggino le persone attualmente ammalate di Covid-19 sono 190: di queste, 33 sono ricoverate in Ospedale (30 in degenza ordinaria, solo 3 nel reparto di terapia intensiva degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria), e ben 157 sono in isolamento domiciliare perchè non hanno sintomi rilevanti e non hanno bisogno di ricovero: la loro condizione viene monitorata quotidianamente da parte del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’ASP-RC in collaborazione con i Medici di Medicina Generale e i Pediatri di Libera Scelta e al momento non si registrano criticità.

Complessivamente, dall’inizio dell’epidemia, in Provincia di Reggio Calabria si sono purtroppo verificati 15 morti, mentre le persone già guarite sono 28, di cui 5 solo oggi.

Altro dato importante: in Provincia di Reggio Calabria sono state sottoposte a tampone oltre 6.000 persone.

Sono inoltre ancora 2.047 le persone in quarantena domiciliare obbligatoria: si tratta di persone provenienti dal focolaio del Nord Italia nelle scorse settimane, che dovranno rimanere isolate finchè non sarà finito tutto il periodo di incubazione della malattia nella speranza che non siano venuti a contatto con il virus. I medici reggini stanno avendo massima prudenza e hanno prolungato il periodo di quarantena dai 14 giorni iniziali ad almeno 28. Il numero delle persone in quarantena obbligatoria si è comunque già quasi dimezzato: a fine Marzo erano quasi 4.000 le persone provenienti dal Nord in quarantena domiciliare obbligatoria, ma in molti (soprattutto quelli giunti nella prima parte di Marzo dopo il grande esodo da Milano) hanno ormai completato il lungo periodo di quarantena senza sviluppare la malattia, e la concreta e verosimile speranza è che anche tutti questi 2.047 possano avere lo stesso epilogo e quindi non siano positivi al Covid-19.

Intanto i cittadini reggini, e calabresi più in generale, hanno dimostrato nell’ultimo mese un grandissimo senso di responsabilità, rimanendo chiusi in casa e rispettando le disposizioni delle autorità per limitare il contagio. I risultati sono sotto gli occhi di tutti: è la zona in assoluto meno colpita d’Italia dalla pandemia.

Fonte: Peppe Caridi www.meteoweb.eu

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.