ENAC FA CHIAREZZA: IL TITO MINNITI NON CHIUDE ED È AEROPORTO STRATEGICO

178

Anche se la pandemia richiama l’attenzione della opinione pubblica, giustamente, su questioni più preoccupanti , non si ferma la politica e, con essa, le prese di posizione di amministratori che, non stando con i piedi per terra, volano con l’immaginazione e lanciano messaggi preoccupanti sul futuro del nostro aeroporto. Il duro scambio di accuse, tra gli opposti schieramenti, ha tenuto banco sul nostro sito e nei nostri telegiornali, con la correttezza della buona informazione . C’è da sottolineare che l’intera destra, con nomi e cognomi, ha reagito duramente alle affermazioni accusatorie del Sindaco Metropolitano, mentre il comunicato di replica uscito da Palazzo San Giorgio, reca la generica firma “la maggioranza”. Da informazioni attendibili e fino a prova contraria, abbiamo ragione di ritenere, che non tutti i consiglieri si siano trovati d’accordo con una tesi che, nei fatti, era stata correttamente contestata .

 
In estrema sintesi, Falcomatà aveva indirizzato una filippica contro chi, a suo parere, ha privato la città di Reggio, e peggio avrebbe fatto in futuro, dell’aeroporto Tito Minniti. Gli esponenti di tutti i livelli comunali, regionali, nazionali del centro-destra, avevano replicato duramente, contestando le catastrofiche previsioni, invitando il sindaco a recitare un mea culpa sulle sue responsabilità, dirette ed indirette, visto che è tutto il centro-sinistra ad aver avuto le redini delle sorti del Tito Minniti, ai livelli decisionali, negli anni che furono ed addirittura, tuttora al Governo.
Era necessaria un voce autorevole ma, soprattutto, specifica.
Giunge in tarda serata una nota indirizzata all’on.Cannizzaro, a firma niente meno che del Presidente dell’ENAC, Nicola Zaccheo, che taglia la testa al toro.
Con una chiarezza specifica e senza usare un linguaggio incomprensibile , come spesso accade, il più alto esponente dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, utilizza due parole fondamentali “RIPRESA” e “STRATEGICO” che rinfrancano la fiducia dei reggini e della politica, scevra da annunci ed abituata al pragmatismo senza “lamentazioni”. Il che significa che a dire autorevole ed inconfutabile della più alta carica tecnica dell’aeroportualità italiana, il Tito Minniti riaprirà regolarmente dopo la crisi pandemica ,dovuta al coronavirus, e che, soprattutto, sarà inserito tra gli aeroporti strategici della rete nazionale ed internazionale. Due volontà ferree della compagine politica che in questo momento amministra la Regione Calabria, stando alle dichiarazioni dei suoi esponenti. Il tutto alla prova dei fatti, che per adesso , giocano a favore di chi ha anticipato con serietà le notizie di oggi. Carta canta.
Fonte Reggio tv.it
Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.