4 Dicembre 2020

Da qualche giorno su vari giornali italiani molti medici si attribuiscono il merito della embolia polmonare massiva come causa principale della mortalità nella malattia da CORONAVIRUS.
Per onorare la verità, ho postato una serie di fotografie in cui è documentato come, con varie E-mail, chiedevo all’AIFA e ad altri Istituti di sperimentare se veramente la causa maggiore della mortalità non era la polmonite ma una embolia massiva da micro trombi. Per fortuna dei pazienti, successivamente, studi con AngioTAC, condotti Pietro Spagnolo nel reparto di radiologia di San Donato, hanno dimostrato che in circa il 40% dei pazienti con malattia di Covid studiati era presente una embolia polmonare. Studi autoptici in pazienti deceduti per Covid avevano evidenziato la presenza i piccoli coaguli e ha permesso a tutte le terapie intensive l’uso di eparina ad alte dosi migliorando di molto il corso di questa malattia.

 

Prof. Salvatore Spagnolo fb

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.