4 Dicembre 2020

Al sud l’epidemia avrebbe arrecato danni incalcolabili, dicevano.
Il vero problema in Italia non era il coronavirus ma il mezzogiorno, dicevano.
Perché i nostri cittadini non rispettano le regole, dicevano.
Perché i nostri ospedali non erano all’altezza, dicevano.
Perché i nostri medici, infermieri ed operatori sanitari sono noti assenteisti cronici, dicevano.
Poi abbiamo creato un protocollo di cura, ma non era efficace, dicevano.
Il protocollo ha iniziato a funzionare e l’hanno deriso, insieme al suo creatore, finché non è stato utilizzato in mezza Italia.
Intanto al Nord e altrove i contagi erano fuori controllo mentre qui, al Sud, contenuti seppur preoccupanti ma era colpa del fatto che “noi” terroni stiamo di più a casa perché non andiamo mai a lavorare. Dicevano.
Poi arriva #SkyUSA ..sì avete letto bene SkyUSA e dedica un servizio all’ospedale Cotugno di Napoli descrivendolo così:
“mentre la velocità della tempesta virale ha colto tutti di sorpresa al nord, travolgendo tutti anche gli staff medici, le cose al Cotugno di Napoli sono andate diversamente perché i livelli di sicurezza ed organizzazione sono altissimi e tutti gli operatori svolgono i loro turni seguendo protocolli organizzati talmente efficienti da farne ospedale italiano modello, l’unico in Italia al 100% dedicato ai pazienti Covid-19 con zero contagi tra il personale medico e paramedico”.
1 Aprile 2020: ci confermiamo eccellenza internazionale e non è uno scherzo. È una splendida realtà.
Vi prego restiamo a casa. Dimostriamo a tutto il mondo quello che siamo e non quello che vogliono farci apparire.
Forza Terroni.. rimaniamo a casa.
🇮🇹 W L’ITALIA e gli ITALIANI 🇮🇹
#andratuttobene
#iorestoacasa

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.