5 Dicembre 2020

………quando i corsi e i ricorsi

storici si ripropongono……….

Machiavelli nel De Principatu, traccia in maniera analitica cruda e specchiata il Principe e la di lui azione politica pro o contro il popolo… Il principe dev’essere Vulpes et leo, la sua corazza, la sua “furbizia” e la “fortezza”, agli occhi della plebe sorridente, “tranquillizzante”, ottimista, solidale, nel chiuso della reggia “palazzo” con i suoi convitati (Ministri, consiglieri specialisti di chi? di che cosa?) profumatamente pagati e remunerati, perfido, privo di scrupoli, anarchico. Vi erano allora adusi al potere due tipi di Principi : a) per dinastia, b) scelti con la forza ed imposti. II Ns. né l’uno, né l’altro ………….. A pagare il conto salato di questa maledetta situazione, la gente (il popolo) abbindolato e preso in giro, con parole, interventi malcelati che mettono fumo negli occhi ai più, celando in maniera precostituita ed artefatta la realtà: artigiani, parrucchieri, bar, ristorazione, piccole e medie imprese, commercianti, turismo, manodopera (braccianti agricoli e non ), agricoltura, pesca , grandi realtà industriali…… e così via …. “ lentamente muore chi ”…….. non possiede, è debole, è un vinto non dal fato ma dai crogioli di un modo di far politica ”mors tua, vita mea”. L’anziano o vecchio, messo da parte, inservibile, chiuso tra quattro mura, destinato ad essere depositato in quattro tavole……….. la saggezza viene dagli anziani e gli stessi vi bolleranno e vi bocceranno, sono una risorsa e li avete trattati come …………..la rabbia viene dal giovane Giuseppe Silvaggio Consigliere del Comune di San Luca, “ da cittadino e da amministratore, afferma, invito pertanto il Presidente del Consiglio Conte a non voler minimamente sottovalutare la situazione e a prendere le dovute misure di intervento operando in simbiosi con le Regioni interessate al caso, come specificato. Purtroppo le prospettive non sono buone per il lavoro, non solo per una ripartenza ancora non bene definita, ma, anche perché, come attualmente si sta considerando, una ripartenza condizionata, rischiando di diventare una ripartenza azzoppata. Mi rivolgo a Lei soprattutto, dal momento che abbiamo molti giovani della mia Regione, in attesa della cassa integrazione, per non parlare delle strutture ricettive ferme, in procinto di essere avviate, purtroppo hanno avuto una perdita di fatturato, il turismo in Calabria si fonda sul lavoro temporaneo e sulla precarizzazione.Aprire determinate attività con le giuste e dovute precauzioni, significa investire e ciò permette di dare ossigeno all’economia dell’intero paese, in maniera dignitosa. Il popolo, al centro dell’azione politica, i politici passano, le generazioni rimangono. La storia sarà “giudice”.

Giuseppe Silvaggio Consigliere Comunale del Comune di San Luca

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.