ROCCELLA JONICA: INTERVENTI DI SOLIDARIETA’ ALIMENTARE

243

Con ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 658 del 29 marzo 2020 sono stati stanziati specifici fondi destinati alla erogazione di buoni spesa a favore dei nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza Covid-19 e dei nuclei familiari in stato di bisogno che non sono in grado di soddisfare i bisogni più urgenti ed essenziali.

L’ordinanza nasce dall’urgente esigenza di assicurare, in via emergenziale, risorse per interventi di solidarietà alimentare sui territori, da effettuarsi il più velocemente possibile, con le modalità più consone ad ogni singolo comune.

Al Comune di Roccella Ionica, in funzione del riparto predetto, spetta la quota di € 34.014,84 in proporzione alla popolazione residente e la quota di € 16.726,61 in base alla distanza tra il valore medio pro capite di ciascun comune ed il valore medio nazionale, ponderata per la rispettiva popolazione e per un totale complessivo di € 50.741,45;

Il Comune di Roccella ha inteso utilizzare i fondi disponibili per attivare il più velocemente possibile due distinte azioni di solidarietà alimentare:

Oggi stesso si è provveduto alla pubblicazione degli avvisi per l’attuazione dell’Azione Buoni Spesa Comunali di cui si danno, di seguito, alcune informazioni di base. Immediatamente, nel giro di uno o due giorni massimo, daremo le indicazioni per l’avvio dell’ Azione Spesa Solidale.

I Buoni Spesa Comunali

Cosa sono?

Si tratta di un Buono Spesa che i beneficiari possono utilizzare per acquistare generi alimentari presso gli esercizi commerciali che hanno aderito alla convenzione proposta dal Comune. L’elenco degli esercizi convenzionati è pubblicato sul sito del Comune http://www.comune.roccella.rc.it/

Ogni Buono Spesa vale € 5. Ad ogni nucleo familiare che ne avrà diritto saranno riconosciuti:

Per individuo adulto si intende il soggetto che ha compiuto il 16esimo anno di età, mentre per bambino/adolescente si intende il soggetto che ha una età compresa tra 4 anni compiuti e 15 anni compiuti.

I Buoni spesa potranno essere utilizzati come modalità sostitutiva del pagamento per l’acquisto di generi alimentari presso gli esercizi convenzionati. I Buoni non sono cedibili a terzi e non possono essere convertiti in denaro contante. A fronte di una spesa di importo maggiore rispetto al valore del buono o dei buoni, la differenza resta a carico del beneficiario.

Chi ha diritto ai Buoni Spesa?

I Buoni spesa saranno riconosciuti ai nuclei familiari che presenteranno domanda e che risulteranno utilmente inseriti nella graduatoria di merito secondo quanto indicato nell’Avviso.

Possono proporre domanda i nuclei familiari iscritti all’Anagrafe delle Famiglie del Comune di Roccella che nel mese di marzo hanno registrato redditi familiari complessivi pro capite, per come definiti nell’Avviso,  inferiori ad € 350,00 e che al momento della domanda dispongono di risparmi immediatamente liquidabili  inferiori a € 1.500,00 pro capite.

Come vengono scelti i beneficiari

I beneficiari saranno individuati in base a una graduatoria redatta sulla base dei seguenti criteri:

  1. COMPOSIZIONE DEL NUCLEO FAMILIARE, preferendo i nuclei familiari numerosi e con maggiore presenza di bambini/adolescenti;
  2. LIVELLO DELLE ENTRATE FAMILIARI DEL MESE DI MARZO, preferendo i nuclei familiari con minore reddito pro capite;
  3. LIVELLO DEL RISPARMIO FAMILIARE, preferendo i nuclei familiari con minore disponibilità di risparmio;
  4. CONTINUITA’ DEL REDDITO FAMILIARE DURANTE L’EMERGENZA COVID -19, preferendo chi ha subito perdite di reddito a seguito della emergenza.

Il punteggio ottenuto sarà aumentato del 25% se nel nucleo familiare non vi è alcun percettore di altro sussidio pubblico in forma di sostegno sociale quale: Reddito di Cittadinanza, Rei, Naspi, indennità di mobilità, cassa integrazione guadagni, altre forme di sostegno previste a livello regionale.

La graduatoria sarà redatta per valori decrescenti di punteggio. Per ogni richiedente ammesso sarà, quindi, calcolato l’ammontare del valore complessivo dei Buoni Spesa da riconoscere  e saranno destinatari dei Buoni i soggetti utilmente inseriti in graduatoria fino a concorrenza delle risorse disponibili.

Come fare domanda

Le domande di accesso devono essere presentate compilando il modello reso disponibile sul sito del Comune www.roccella.it.

Il modello è basato su una autocertificazione. Si richiama l’attenzione sulle conseguenze penali che derivano da false attestazioni, avvisando che il Comune procederà successivamente al riconoscimento del beneficio all’invio della domanda alla Agenzia delle Entrate e alle altre competenti autorità per gli eventuali controlli.

La domanda, sottoscritta dal richiedente, dovrà pervenire preferibilmente a mezzo email all’indirizzo politichesociali@roccella.ito, in alternativa, con consegna diretta presso gli uffici del Comando Polizia Municipale ogni giorno, domenica esclusa,  dalle ore 10.00 alle ore 11.00.

Le domande devono pervenire entro le ore 12.00 del 6 aprile 2020.

Per informazioni si può scrivere all’indirizzo politichesociali@roccella.it o telefonare ai numeri 3666283741 e 0964 84227-8 seguendo la guida selezionando Area Servizi alla Persona e alla Comunità – 4.  Nessuna informazione sarà data di presenza presso gli uffici comunali.

I Patronati che operano a Roccella hanno dato la disponibilità a supportare gratuitamente i richiedenti nell’invio delle domande. Di seguito i recapiti.

  • CGIL – VIA TRASTEVERE TEL. 0964/83190 – 3914754220
  • FENAPI – VIA TRASTEVERE, 94 – 3392365401
  • FNA EPAS – VIALE XXV APRILE, 27 TEL. 0964/85009-3711755047
  • LABOR – VIALE XXV APRILE TEL. 3714977404
  • UZ INAS – VIA VITTORIO EMANUELE, 16 TEL. 0964/85457

I modelli di domanda e l’Avviso sono disponibili all’Albo Pretorio del Comune e sui siti www.roccella.it, www.visitiroccella.it e www.jonicamultiservizispa.it.

Il Sindaco

       Dott. Vittorio Zito

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.