SIDERNO (RC) : PD E FRATELLI D’ITALIA CHIEDONO IL RINVIO DI OGNI PAGAMENTO

314

Dopo Forza Italia anche i Circoli del Pd e di Fratelli d’ Italia hanno invitato la Commissione straordinaria del Comune a sospendere i pagamenti dei tributi comunali. Il Circolo del Pd , coordinato dal segretario Giusy Massara, dopo una disanima sulla pesante situazione economica che si è venuta a creare in questo particolare momento connesso all’emergenza epidemiologica , evidenzia che ” tutto ciò porterà inevitabilmente la popolazione più fragile, con risorse limitate, a non riuscire a sostenere nemmeno le spese di prima necessità” e quindi “appare necessario ed opportuno assicurare un sostegno straordinario, per quanto di competenza dell’Ente comunale, in materia di fiscalità locale, con possibili deroghe dei termini di pagamenti e degli adempimenti tributari previsti dai regolamenti comunali”. Quindi chiede “sulla base di questo quadro preoccupante” che la dottoressa Caracciolo, il dottor Polito e la dottoressa Mulè “valutino l’opportunità di disporre la sospensione delle scadenze fissate da norme regolamentari dell’ente relativamente al pagamento dei tributi nonché quelle relative a rateizzazioni, versamenti spontanei, avvisi bonari di pagamento e adempimenti tributari fissati dalle norme, con particolare riferimento al canone per il servizio idrico, tari, tasi, imu e tosap, eventualmente procrastinandone gli effetti sospensivi a tutto il periodo estivo onde dare possibilità alle attività commerciali e turistiche di riprendere “fiato” proprio nel periodo in cui il paese ha, per sua natura, maggiori capacità percettive”. Chiede inoltre ” la sospensione delle attività di invio ed emissione di avvisi di pagamento ordinari e suppletivi, atti di accertamento esecutivi, ingiunzioni di pagamento, intimazioni di pagamento, atti di precetto, diffide ad adempiere, azioni esecutive e cautelari, inviti o solleciti di pagamento”. Ciò, pur nella piena consapevolezza che i tributi locali rappresentino introiti essenziali per le casse comunali, viste anche le grosse difficoltà economiche in cui versa l’ente, ma precisando che ” la misura della sospensione, in questo drastico momento, sarebbe gesto di grande solidarietà e di sostegno, anche morale, rispetto allo sconforto ed alla disperazione derivante dagli enormi disagi economici”. Nella nota si ricorda ,peraltro, che entro il 31 maggio gli enti locali possono ottenere le anticipazioni di liquidità da Cassa Depositi e Prestiti previste dalla manovra per il pagamento dei debiti commerciali. Nella conclusione della nota si ricorda anche che già altri Comuni dell’Area metropolitana e d’Italia, hanno fatto quanto richiesto ” dimostrando concreta vicinanza alle famiglie e compiendo un atto straordinario di sostegno economico alle attività presenti sul territorio”. Richiesta analoga arriva anche dal Circolo cittadino di Fratelli d’ Italia in una nota a firma del Commissario cittadino Ida De Beris che in virtù del “principio di solidarietà economica, politica e sociale “invita a voler provvedere all’immediata sospensione del pagamento di tutti i tributi locali (IMU e Tari) nonché alla sospensione immediata del pagamento delle fatture del canone idrico per l’anno 2019” precisando che “Il Canone Idrico sicuramente non rientra tra i tributi locali, ma molti di noi già vessati dalle conseguenze della pandemia, si troveranno nell’impossibilità assoluta di provvedere al pagamento della fattura nei termini previsti dall’Ente”. La richiesta ufficiale è quella dell’adozione di un provvedimento che posticipi la scadenza a una data successiva a quella del 30 Settembre 2020.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.