SOLIDARIETÀ IN TEMPO DI CORONAVIRUS: CAULONIA C’È!

230

Caulonia, in questo drammatico Momento Epocale, si è riscoperta  unita e solidale.
Sin dall’inizio di questa terribile pandemia, pur non conoscendo quali e quante sarebbero state le restrizioni imposte, da un lato l’amministrazione comunale si è fatta promotrice di una rete di pronto intervento sociale. Dall’altra, semplici cittadini e associazioni, hanno testimoniato tanta umanità e grande spirito cristiano.
Secondo quanto hanno espresso esponenti della maggioranza amministrativa, la specifica loro azione di intervento è nata grazie alle misure già messe in atto a sostegno delle fasce più deboli o a rischio di esclusione sociale, attive presso lo specifico ambito territoriale. Le operatrici sociali, da circa un mese, coordinano, infatti, con notevole impegno, una rete di sostegno che vede coinvolte tante associazioni del territorio e singoli volontari che,ad oggi, stanno garantendo la consegna di farmaci, un sostegno psicologico, la gestione di emergenze, richieste di intervento di medici e infermieri e consegna di beni alimentari di prima necessità. Con il passare del tempo, divenendo più stringenti le misure per il contenimento della diffusione del virus, gli interventi dei volontari sono divenuti sempre più numerosi e complicati anche in virtù della vastità del territorio comunale cauloniese. Il blocco totale delle attività e, soprattutto, del settore stagionale ha fatto emergere conseguentemente anche i bisogni di tante famiglie , ritrovatesi senza un reddito, che hanno richiesto uno sforzo maggiore. Ciò  nonostante,è stata avviata una raccolta alimentare ed in pochissimo tempo, alcune attività commerciali, molti cittadini ed associazioni hanno accolto l’invito a donare per tutti coloro che in questo momento vivono una situazione di difficoltà. Il punto di raccolta è stato individuato nella parrocchia guidata da Don Donato Ameduri,  che guida la Caritas parrocchiale a Caulonia Marina. Dall’inizio della pandemia e sino a ieri sera sono stati distribuiti generi alimentari a tante famiglie residenti in tutto il territorio comunale, comprese le frazioni e il centro storico, per donare serenità in questa Pasqua di meditazione. Questa grande tragedia che oggi vede una comunità, quella di Caulonia,  “graziata da Dio”,  perché non si contano casi di contagio, si riscopre comunque ricca di valori e di solidarietà. Tutti sono  convinti che solo insieme ci si salva, con l’aiuto di Dio.

 

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.