CAULONIA: BENE LA DISCUSSIONE POLITICA SENZA CONTRAPPOSIZIONE O PRECLUSIONE VERSO NESSUNO

284

In merito alla notizia pubblicata dalla nota emittente televisiva Telemia, che mi tira in ballo sulla possibile adesione ad un terzo polo politico a Caulonia, nel ringraziare per le lusinghiere affermazioni esternate dall’estensore dell’articolo sulla mia persona, ritengo opportuno fare alcuni chiarimenti.
Non avrei mai pensato in questi giorni di dover intervenire nella scena politica di Caulonia.
E’ da moltissimi anni (quasi quindici da quando mi sono dimesso da Vicesindaco) che per mia scelta ho ritenuto di abbandonare la politica attiva del paese, e non nascondo di aver perso l’abitudine d’intervenire nelle dinamiche politiche cittadine, sentendomi parecchio arrugginito.
Ritengo di non aver fatto in passato niente di eccezionale; per quello che ho potuto, e consapevole dei miei limiti, assieme al mio gruppo politico di appartenenza mi sono speso mettendomi a servizio ed a favore del mio Paese e dei miei cittadini nell’intento di contribuire al miglioramento di Caulonia. Penso di essere riuscito nel mio intento in molti casi; in altri invece, per mille motivi, forse non sono stato all’altezza della situazione data la difficoltà che tutti conosciamo nell’amministrare un paese come Caulonia, in ogni caso rimane in me la consapevolezza di aver vissuto una straordinaria esperienza che mi ha arricchito sotto tutti i punti di vista, umano, politico e anche professionale; mi ritengo fortunato nell’aver potuto servire il mio Paese.
Riguardo alla mia eventuale adesione al costituendo “terzo polo”, non nascondo di essere stato sollecitato ad un possibile avvicinamento, nonché ritornare a fare un passo avanti nella politica attiva cauloniese, senza che abbia esternato un mio consenso, nè abbia partecipato ad alcuna riunione. In questo periodo, anche per motivi contingenti legati a questo maledetto Covid-19, non sarebbe stato possibile, nè i miei impegni professionali all’attualità mi consentirebbero di impegnarmi più di tanto in altre attività. Del resto di tali richieste e tali sollecitazioni sono stato più volte raggiunto e da più parti, anche nel recente passato, senza che io abbia potuto aderire.
Penso che la costituzione di un possibile terzo polo, o come meglio lo si vuole definire, in ogni caso è un fatto estremamente positivo; ben venga qualsiasi occasione per aprire un dibattito politico a Caulonia, se ne sente moltissimo la mancanza. Aprire una discussione sui problemi e sulle soluzioni da mettere in campo nella vita del Paese con largo anticipo rispetto alle future amministrative, potrà aiutare alla formazione di future coalizioni con tutto il tempo che necessita, evitando così di formare liste solamente nell’ultima sera prima della presentazione delle stesse, modo di per sé deprecabile e difficilmente recepito tra i cittadini.
Tutti conoscono la mia storia politica, sono stato e sono un soggetto appartenente alla sinistra moderata; pur non avendo da molto tempo tessere di partito in tasca, in quanto profondamente critico sulle posizioni politiche della sinistra in generale negli ultimi anni, ciò non mi impedisce, da uomo libero, di guardare oltre e di ragionare e confrontarmi con soggetti non appartenenti alla mia fede politica per il bene e la soluzione dei problemi del Paese, esperienza già fatta in passato. Auguro pertanto buon lavoro agli organizzatori del costituendo nuovo terzo polo, sperando che le azioni che intraprenderanno andranno a vantaggio del miglioramento della discussione politica cauloniese.
Nell’occasione mi permetto di dire la mia in merito alle questioni politiche amministrative degli ultimi giorni. Ritengo che Caulonia in questo momento abbia necessità di tutto, tranne che di una crisi amministrativa. Mi auguro, per il bene del Paese, che l’attuale maggioranza (che tra l’altro non mi nascondo di aver sostenuto) riesca a ritrovare l’unità al suo interno e dia vita ad un rilancio dell’attività amministrativa che necessita di affrontare e portare a soluzione questioni importantissime, come nel citarne qualcuno, il Piano Strutturale fermo da moltissimo tempo; una discussione seria sui tributi con la rideterminazione, se è possibile, dei valori sui terreni edificatori ritenuti da tutti non in linea con il mercato; l’avvio d’importanti lavori pubblici quali la soluzione del dissesto idrogeologico di Maietta, Piazza Carmine e via dei Carafa come anche la realizzazione delle nuove scuole e tant’altro, tutte opere già finanziate che attendono l’avvio dei cantieri. A tutto questo mi appello alla sensibilità del Sindaco Caterina Belcastro, per la quale nutro profonda stima.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.