CONDIVISIONE OLTRE LE DISTANZE – IL TEATRO GRECO-ROMANO DI PORTIGLIOLA VERSO LA STAGIONE 2020

82

Il teatro come luogo fisico in cui ritrovarsi, come esperienza condivisa, come vicinanza emozionale assoluta. L’arte annulla le distanze, attraversando tempi e luoghi. Ancora di più in questo periodo imprevisto e difficile, in questi giorni da reinventare. E il teatro appare subito come lo spazio del possibile, ancor di più andando verso l’estate, verso quella dimensione di vita e creatività affidata all’aria, al mare, alle notti.

Il Teatro greco-romano di Portigliola, in provincia di Reggio Calabria, è un richiamo. Nel grande parco archeologico nazionale di Locri, tra gli ulivi e l’odore del mare, il Teatro, riportato alla vita dalla volontà tenace del sindaco Rocco Luglio, ha vissuto già tre edizioni della rassegna “Tra mito e storia” di grande successo, grazie alla direzione artistica di Edoardo Siravo, attore istrionico, sempre pronto a guardare e cercare oltre. Così, sul palco, tra le pietre antiche del sito archeologico, si sono succeduti protagonisti assoluti del mondo del teatro classico, tra cui la magnifica Elisabetta Pozzi e il grande Mariano Rigillo, Premio Nuovo IMAIE alla carriera, il locrese Antonio Tallura, eclettico e intenso, ma pure emergenti e giovanissimi, come i talentuosi studenti della scuola di Bernardo Migliaccio Spina, artista non convenzionale e visionario. Ora il sito, di suggestiva bellezza, si prepara alla stagione 2020. Dal 15 giugno il decreto dell’Italia che riparte rende possibile la riapertura dei teatri: un metro di distanza tra gli artisti in scena, un metro di distanza e mascherina per gli spettatori, non più di duecento al chiuso, non più di mille all’aperto. «Sono fiducioso sulla fase 2, la ripartenza dopo l’emergenza – dice il sindaco Luglio –. Il nostro teatro può accogliere artisti e spettatori in piena sicurezza, rispettando distanze e regole, con l’assistenza costante di un preparatissimo gruppo di giovani della protezione civile. Edoardo Siravo sta già lavorando a un ricco cartellone che contiamo di attuare nel massimo rispetto dei dettami relativi alla situazione sanitaria. Il fascino del luogo e l’arte insieme, sono certo, ridaranno a tutti noi nuove energie». E non mancherà PortigliAlba, l’ormai attesissima alba di ferragosto al Teatro greco-romano tra musica, poesia e la colazione mediterranea. (Foto di scena Faustus di Mario Varano)

 
 
Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.