3 Dicembre 2020

Nelle ultime due settimane c’è stato un vero e proprio boom di prenotazioni, specialmente in alcune regioni del Sud

Dal 3 giugno dovrebbero essere nuovamente consentiti i viaggi tra i vari Paesi dell’Unione Europea, dopo il lockdown di questi mesi per l’emergenza Coronavirus. Non è ancora chiaro se i confini saranno riaperti a tutte le regioni italiane o se quelle più colpite dalla pandemia (come la Lombardia) resteranno ancora chiuse. Certo è che, nonostante la strana stagione estiva alle porte, gli italiani hanno voglia di rilassarsi un po’, dopo queste settimane così difficili. E gli effetti di questo desiderio iniziano a vedersi.

Dalla Puglia, infatti, fanno sapere che nelle ultime due settimane c’è stato un vero e proprio boom di prenotazioni, specialmente in Valle d’Itria, dove, come riporta La Repubblica, stanno arrivando decine di richieste per i prossimi mesi. In particolare, le prenotazioni arrivano da regioni settentrionali, Lombardia e Veneto su tutte, e sono indirizzate soprattutto a trulli e masserie.

 

In generale, sicuramente gli italiani preferiranno muoversi verso le regioni del Sud, sia perché offre maggiore scelta in termini di vacanze estive e mete balneari, sia perché inconsciamente ora il Sud trasmette più serenità rispetto alla parte Nord dell’Italia, molto più colpita dalla pandemia.

La situazione sarà più chiara nelle prossime settimane, quando il Governo definirà le prossime mosse e le modalità con cui dovranno essere gestiti gli eventuali spostamenti interregionali. Una situazione in fermento che vedrà certamente delle evoluzioni a breve.

 

Tutti coloro che lavorano nell’ambito del turismo sono ovviamente in attesa di novità, e sperano di poter presto riprendere le proprie attività. Certo è che, se da un lato albergatori, centri accoglienza, guide turistiche, produttori locali e istituzioni locali hanno fretta di tornare ad investire nel turismo, dall’altro lato è anche ovvio che nulla sarà più come prima, e che saranno necessarie delle forti misure anti-contagio per rendere le vacanze degli italiani tranquille e prive di rischi. Ma la voglia di respirare normalità, per tutto il Paese, è fortissima.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.