ECCELLENZA: SAN LUCA PRONTO ALLA FESTA

110
Il presidente Giampaolo non si sbilancia ma il traguardo è lì. Al momento dello stop i giallorossi avevano tre punti di vantaggio sulla ReggioMediterranea (14 vittorie e 10 pari)
 

Salvo terremoti dell’ultima ora, non ci dovrebbero essere più dubbi sui verdetti per quanto riguarda il calcio dilettantistico. Dopo che il Consiglio Federale della Figc, mercoledì 20 ha decretato la chiusura anticipata di tutti i campionati, a causa dell’emergenza Covid – 19, il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, nella riunione di ieri in videoconferenza, ha preso le decisioni sull’esito finale dei campionati dalla serie D dando poi delega ai Comitati regionali per i campionati dall’Eccellenza in giù.

Ma a questo punto è scontato che il San Luca che – al momento dello stop avvenuto quando si dovevano disputare ancora sei partite – guidava la testa della classifica del campionato di Eccellenza con tre punti di distacco sulla ReggioMed verrà promosso in serie D. La palla per restare in tema, adesso passa al Consiglio Federale che nella prima settimana di giugno, dovrà soltanto ufficializzare quanto stabilito ieri dal Consiglio della LND.

Il presidente del San Luca, Francesco Giampaolo non si è sbilanciato più di tanto, e ha dichiarato di voler ancora aspettare le prossime riunioni, ma è chiaro che a questo punto sembra non ci siano più dubbi sulla promozione della squadra aspromontana. Se così sarà, usiamo ancora il condizionale, per la squadra giallorossa si tratterà di un traguardo storico, perché sarebbe la prima volta che il San Luca approda nel prestigioso campionato di serie D.

Un giusto premio alla cavalcata dei ragazzi guidati fino a dicembre da Tonino Figliomeni e successivamente da mister Stefano de Angelis, sul quale nessuno potrà obiettare perché il San Luca, pur nelle vesti di matricola, ha guidato la testa della classifica fin dalla prima giornata, tenendo a debita distanza squadre che invece avevano programmato il salto di categoria come la Reggio Med e la Vigor Lamezia.

Due corazzate con ambizioni dichiarate messe in riga dalla forza dirompente di un complesso che nelle 24 giornate disputate ha totalizzato 14 vittorie e dieci pareggi e non ha mai conosciuto l’onta della sconfitta, per un totale di 40 gol realizzati, soltanto 9 subiti e un imbattibilità che ha toccato 55 partite, perché non perde in campionato dal mese di aprile del 2018.

Non tenendo conto che prima dell’interruzione il San Luca si era assicurato anche il passaggio del turno nei quarti di finale in Coppa Italia, eliminando la forte e blasonata squadra siciliana del Giarre. Ai quarti avrebbe dovuto incontrare una tra l’Afragolese e il Corato. Una stagione che stava regalando tante soddisfazioni ai reggini e che, dopo lo stop per il covid, potrebbe vivere il tanto atteso epilogo.

ANTONIO STRANGIO (Gazzetta del sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.