Gio. Mag 13th, 2021

Riapertura in tono minore, con alcune attività rimaste chiuse e con proteste, oggi in Calabria. Da Cosenza a Reggio Calabria i commercianti hanno rialzato le serrande ma tra loro regna l’incertezza. Molti quelli che si lamentano della difficoltà di accedere al credito, condizione ritenuta indispensabile per poter riprendere l’attività superando le difficoltà create dai due mesi di chiusura. A Cosenza sono scesi in piazza – per un sit in davanti al Comune – ristoratori e gestori di bar per chiedere liquidità immediata per le loro attività e la sospensione dei tributi. Molti commercianti si sono lamentati anche per il ritardo con cui sono state comunicate le linee guida, giunte solo nella tarda serata di ieri, che ha provocato rallentamenti nell’allestimento dei negozi e, per alcuni, l’impossibilità di aprire stamani. In ogni caso, nonostante le difficoltà ed i timori per il futuro, anche in Calabria si sono visti i segnali dell’ingresso nella nuova normalità”: gente al bancone del bar a sorseggiare il caffè e signore dal parrucchiere a farsi sistemare i capelli “trascurati” da due mesi.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.