GERACE, LA STRADA FRANATA DI CUI A NESSUNO IMPORTA

283
«Lavori finiti a novembre»: non sono mai iniziati
 

I lavori dovrebbero essere completati entro novembre ma… non sono ancora nemmeno iniziati. Parliamo della ex provinciale 1 nel tratto Gerace-Locri, 11 chilometri ”devastati” in più punti da frane e smottamenti con gravi rischi per l’incolumità degli automobilisti. Tante le iniziative di protesta fin qui adottate da amministratori, associazioni, cittadini e movimenti spontanei: sit-in, flash mob, raccolta di firme, ripetuti solleciti, richiesta di trasferire all’Anas le competenze. Gli Esecutivi comunali di Gerace e Locri l’anno scorso, era il 20 maggio, si sono anche riuniti congiuntamente lungo la strada, nel tratto franato di località Puzzello, ma degli attesi risultati nemmeno l’ombra; a parte, mesi addietro, alcuni interventi in altri tratti.

Nei giorni scorsi il sindaco di Gerace, Giuseppe Pezzimenti, ha inviato un ulteriore sollecito al dirigente Viabilità Settore 11 della Città Metropolitana, alla Prefettura e al Capo dipartimento della Protezione Civile, a Roma. Pezzimenti ricorda come fosse stato «previsto un intervento strutturale di 1,2 milioni di euro, finanziato dalla Protezione Civile, nell’ambito della delibera del Consiglio dei Ministri del 24 maggio 2017» con fine lavori previsto appunto «entro novembre 2020». Si tratterebbe, insomma, evidenzia il sindaco, «di adempiere a una procedura di massima urgenza, essendo trascorsi quasi quattro anni dagli eventi calamitosi che causarono le situazioni franose. L’urgenza dell’intervento – conclude – si rafforza per l’approssimarsi della stagione estiva che vedrà aumentare in maniera importante il traffico».

fonte gazzetta del sud

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.