IL SUCCESSO DELLE UNIVERSITA’ TELEMATICHE: LO SPLENDIDO ESEMPIO DELL’UNIMARCONI

1276

L’emergenza coronavirus ha fatto salire alla ribalta, valorizzandone l’importanza, la formazione a distanza tant’è che tutte le università, comprese quelle ultra-tradizionaliste, alcune delle quali, attraverso loro rappresentanti, criticavano o snobbavano le università telematiche, si sono dovute adeguare o, purtroppo per gli studenti a loro iscritti, stanno cercando, ancora, di farlo. Così le università telematiche “cenerentole della formazione e istruzione universitaria” sono divenute il punto di riferimento importante, strategico e fondamentale, per migliaia di studenti e stanno rappresentando l’esempio da seguire, in Italia e in Europa. Attualmente sono undici, le università telematiche riconosciute dal MIUR (l’elenco completo può essere reperito sul sito del Ministero dell’Università e della Ricerca o su wikipedia o altro sito). La prima ad essere riconosciuta dal MIUR, con D.M. 1 marzo 2004 è stata l’Università degli Studi Guglielmo Marconi. L’”UNIMARCONI”, di Roma, con sedi in tutta Italia, è la prima Università “aperta” (Open University), che unisce metodologie di formazione on line con attività di formazione anche in presenza (quando le norme lo consentivano) attraverso lezioni, seminari, laboratori, sessioni tematiche di approfondimento al fine di raggiungere i migliori risultati di apprendimento e di formazione umana e culturale per lo studente. Il Magnifico Rettore dell’Unimarconi, la professoressa Alessandra Briganti, fra i maggiori intellettuali italiani, già Professore ordinario di “Letteratura italiana moderna e contemporanea” all’Università “La Sapienza” di Roma e, dal 1992, anche presso la Facoltà di Lettere della Terza Università di Roma, dove ha ricoperto, per affidamento anche l’insegnamento di “Teoria della comunicazione”, è stata fra le prime persone a credere nella formazione online. I fatti le hanno dato ragione, anche perché, nel tempo, c’è stata una crescita esponenziale degli iscritti alle università telematiche. La professoressa Briganti, anima della prima nata università telematica italiana, con l’ausilio di uno staff di elevato livello professionale, a partire dalla dottoressa Piermarini, ha sempre puntato sulla ricerca della qualità e dell’eccellenza attraverso soluzioni tecnologicamente avanzate. Le università telematiche sono, dunque, il presente e il futuro se, come si evince dai piani formativi e dagli obiettivi dell’Unimarconi, viene profuso un costante e continuo impegno nell’offerta di standard formativi, al passo con le figure professionali richieste dal mercato globale, sia in termini di contributo alla ricerca transazionale. La formazione a distanza, consente, oggi, anche agli studenti adulti e/o lavoratori, di poter accrescere il proprio livello di conoscenze e risponde alle esigenze delle famiglie dei giovani e di questi ultimi, desiderosi di studiare in un ambiente “protetto” dove l’interazione stretta docente/studente/servizi rappresenta di fatto il miglior sostegno per le migliori possibilità di studio e di futuro professionale. Quale ciliegina sula torta, le iscrizioni ai corsi di laurea restano aperte tutto l’anno. L’Anno Accademico inizia, infatti, il 1 luglio e termina il 30 giugno. Alla luce dei fatti, dunque, Cenerentola è diventata una splendida principessa.

Il Magnifico Rettore, Professoressa Alessandra Briganti

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.