MORTE NINO CANDIDO. IL GIP RESPINGE L’ABBREVIATO, RISCHIO ERGASTOLO PER I DUE INDAGATI

188

Nessun rito abbreviato. Giovanni Vicenti e Antonella Patrucco, accusati della strage di Quargnento, in cui nella notte tra il 4 e il 5 novembre dello scorso anno persero la vita 4 vigili del fuoco, tra cui il reggino Antonino Candido, andranno a processo e ora rischiano l’ergastolo.
Nel corso dell’udienza che avrebbe dovuto stabilire se fosse valido o anticostituzionale applicare la legge che vieta la concessione del processo in abbreviato (che significa la riduzione di un terzo della pena per chi ha compiuto reati che prevedono la massima pena), il gip del tribunale di Alessandria ha respinto la richiesta dei legali dei due indagati che adesso saranno processati con rito ordinario.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.