REGGIO CALABRIA, CISL FP E CISL MEDICI: “LE NOSTRE RICHIESTE AI COMMISSARI DELL’ASP”

228

Reggio Calabria, Cisl Fp e Cisl Medici: “la normalizzazione tanto attesa dai Lavoratori, si ritiene che possa trovare un fondamentale punto di partenza dal recupero dell’arretrato sulla contrattazione decentrata che purtroppo è ancora ferma alla fase 2010-2015”

“In “tempi non sospetti” con lettera del 04/04/2020, pubblicata sulla stampa locale ed indirizzata ai Commissari dell’ASP di Reggio Calabria, la CISL FP e CISL Medici chiedevano con forza l’abilitazione dei Laboratori Spoke di Locri e Polistena per l’analisi dei Tamponi COVID 19. Con molta soddisfazione e altrettanta cautela, si è appresa la notizia che l’ASP di Reggio Calabria con lettera 20862 del 29/04/2020, ha chiesto l’autorizzazione a processare nel Laboratorio di Locri i suddetti tamponi“. E’ quanto scrivono in una nota Vincenzo Sera, segretario generale Cisl Fp, Giuseppe Rubino, segretario generale aggiunto Cisl Fp, Giovanni Calogero, segreteraio generale reggente Cisl Medici, Francesco Loschiavo, segretario aziendale. “Naturalmente – prosegue la nota- la procedura non è conclusa e l’avvio dei lavori non è ancora definito, lo stesso 29 aprile, la CISL FP e la CISL Medici uscivano sulla stampa ed inviavano ai Commissari una nota in cui ritenevano fondamentali quattro punti che se attivati con la massima urgenza avrebbero dato una svolta significativa allo stagnare del momento.

1. Attivare le procedure assunzionali e le forniture per effettuare i test sui tamponi anche negli Ospedali Spoke di Locri e Polistena, agendo proficuamente sulle notevoli distanze del momento e l’impiego di navette con percorrenze lunghissime, sprecando risorse, aumentando i costi di permanenza in Ospedale e mettendo a repentaglio vite umane.
2. Velocizzare l’invio di Personale dedicato nei percorsi COVID che è previsto per la durata dell’emergenza e che dev’essere da subito affiancato e formato.
3. Garantire i DPI ad ogni Operatore, in funzione del compito rivestito, a propria tutela e a garanzia dell’Utenza, intervenendo sulla qualità e sulla quantità necessarie.
4. Attivare ogni procedura per dotare i Laboratori Analisi dell’ASP di Personale, Apparecchiature e Materiale di consumo per l’imminente fase dei test sierologici, considerando che dal 04 maggio 2020 il Commissario Arcuri ha annunciato la partenza dei primi 150.000 test.

Nel rimarcare l’apprezzamento ai firmatari della richiesta 20862 -aggiunge la nota- Commissari Straordinari e Il Direttore Sanitario dell’ASP, la CISL FP e CISL Medici non si limiteranno ad attenderne gli effetti ma a sostenere la velocizzazione di quanto richiesto con la missiva e quanto esplicitato nei quattro punti di cui sopra, infatti si chiede alle Segreterie Regionali della CISL FP e CISL Medici un autorevole intervento presso Il Commissario del Piano di Rientro, il Dipartimento Tutela della Salute ed ogni Struttura che a livello regionale possa proficuamente intervenire per realizzare in tempi adeguati l’importante proceduta avviata. CISL FP e CISL Medici nel dare atto della sensibilità dell’attuale gestione, auspicano che finalmente l’avvio verso la riconquista delle “posizioni” perdute dall’ASP di Reggio Calabria negli ultimi anni, sia in corso e ritengono il momento attuale “decisivo” per le sorti future dell’Azienda, quanto fatto è apprezzabile e di conseguenza sostenuto dalle Scriventi Organizzazioni Sindacali che per propria “natura” si astengono da sterili polemiche e attacchi strumentali, serve però un ulteriore sforzo per portare a termine importanti procedure avviate, partendo da un adeguamento del Piano del Fabbisogno 2020, sul quale CISL FP e CISL Medici hanno proposto sostanziali modifiche. La “normalizzazione” tanto attesa dai Lavoratori, si ritiene che possa trovare un fondamentale punto di partenza dal recupero dell’arretrato sulla contrattazione decentrata che purtroppo è ancora ferma alla fase 2010-2015, CISL FP e CISL Medici sono pronti alla definizione delle intese avviate con senso di responsabilità e disponibilità, considerando che se l’ASP di Reggio Calabria ha finora retto ed erogato servizi, sia pure tra mille difficoltà, questo si deve solo al senso di Responsabilità e al Valore della stragrande maggioranza dei Dipendenti”, conclude la nota.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.